Principale Arte, Cultura & Società Sport & Motori Mens sana in corpore sano: intervista al personal trainer Walter Librino

Mens sana in corpore sano: intervista al personal trainer Walter Librino

Walter Librino è un personal trainer certificato con esperienza ventennale e specializzato in metodiche di allenamento ad hoc per ogni esigenza.

Nel suo ambito ci sono il Fitness e il Wellness.
Oggi ricopre il ruolo di Ceo – founder dello studio Luxfitness® chè è una prestigiosa fitness boutique specializzata in allenamenti One to One.

La sua giornata è caratterizzata da un’agenda fitta di impegni e un portfolio soci fatto di professionisti, politici, medici, industriali e di persone che realmente hanno esigenze di star meglio fisicamente e psicologicamente: da quì il detto :”mens sana in corpore sano” .

Il suo ‘impegno è quello di andare incontro alle più svariate esigenze che hanno, spesso, come comune denominatore il desiderio di privacy e la mancanza di tempo.

Le competenze acquisite gli permettono di riprodurre ogni tipo di allenamento: dal lavoro aerobico, dimagrante, rassodante, fino ad un lavoro funzionale/posturale.

In continua formazione, collabora e si confronta con medici, psicologi, neurologi, fisioterapisti, osteopati

Il suo è un lavoro complesso di cui è innegabile il lato “modaiolo”che fa però parte del gioco.

È stato insignito dell’onorificenza di “Cavaliere per l’etica e la cultura dello sport” per l’impegno e la serietà profusi negli anni da suo operato.

È trainer ufficiale del prestigioso PT Network Technogym®.

Collabora con le più prestigiose strutture di Napoli,Roma,Capri.

L’intervista

Domanda di routine: quando inizia la tua avventura nel mondo del fitness?Raccontaci un po’ il tuo percorso professionale e personale

Tutto é iniziato negli anni 80, quando i miei genitori, in società con un mio zio culturista, decisero di aprire una delle prime palestre a Napoli, la Gold’s Gym. Le palestre erano talmente poche che le persone venivano da tutte le zone di Napoli ed anche dalla provincia.
Mi fa piacere citare che negli anni a seguire, molti clienti nostri, prendendo spunto ed esempio da noi,hanno poi aperto altre palestre a Napoli.
Siamo stati veri e proprio pionieri del settore.
Erano anni bellissimi perché si viveva ispirandosi ai miti americani come Jane Fonda, Silvester Stallone, Arnoldo Swarznegger e si sognava attravrso i film quali Flashdance, Fame, la Febbre del Sabato Sera.
Nel 1996, dopo aver terminato gli studi ed il servizio militare decisi di rilevare completamente la società dando un taglio molto piu al passo con i tempi .
La nuova palestra la chiamai Planet Gym e sono stato tra i primi ad investire acquistando macchinari quali Tapis Roulantes, Cyclette e Stepper apponendo monitor con programmi televisivi musicali dinanzi ogni postazione per intrattenere i clienti durante gli esercizi.
Avevo le idee ben chiare ed ero costantemente allineato ai modelli americani .
Ricordo che quando andavo in banca a trattare con i direttori di banca mi chiedevno puntualmente di parlare con un genitore e gli rispondevo che il titolare dell’attività per l’appunto ero io. La loro reazione era sempre di stupore ma mi facevano i complimenti per l’audacia .
Non esisteva internet, l’unica fonte per poter
prendere spunto erano le riviste di culturismo e attraverso le fotografie prendevo spunto.
La mia avventura con la Planet Gym é durata fino al 2004 quando presi coscienza che i tempi stavano cambiando e decisi di voler cambiare completamente modello di business : da imprenditore volevo diventare un professionista del fitness, un vero personal trainer.
Ebbi il coraggio di chiudere completamente la nostra pluri ventennale azienda per partire nuovamente con una nuova carriera da free lance.
Il mio obiettivo era quello di poter lavorare con una clientela upper class che in quel periodo storico richiedeva tale servizio di personal training al domicilio.
Dal 2005 al 2011 si sono susseguiti anni di intenso lavoro avendo come clienti importanti personalità napoletane .
Benché la giovane età avevo giá alle spalle molti anni di “curriculum” e fu così che mi
venne una nuova ispirazione, ovvero quello di aprire il primo studio di personal training a Napoli.
Ho creato così un format coperto da copyright che si chiama Luxfitness®️.
Luxfitness é ad oggi é il primo ed unico studio di personal training One to One a Napoli dove il cliente é seguito in una propria sala riservata e in totale privacy.
Quest’ultimo particolare ha un valore fondamentale e rende il servizio unico e totalmente customizzato alla singola persona.

Dal punto di vista valoriale, quali valori associ all’attività del personal trainer e a chi si rivolge ad esso per “prendersi cura di sé”?

Come dicevo prima, i valori del servizio di personal training sono quelli della riservatezza, della competenza tecnica, dell’ascolto e del concetto di problem solving.
Il personal trainer, per come lo intendo io, é una figura che deve accompagnare il cliente per tutto un percorso di consapevolezza, conoscenza e ottimizzazione del proprio corpo in un percorso di benessere psicofisico. Il personal trainer deve essere dotato di ottime capacità relazionali per poter motivare e supportare il proprio cliente.

Esiste una mentalità sportiva e che cosa significa ?

Più che mentalità sportiva io direi mentalità Wellness. Il termine Wellness racchiude più fattori che riconducono ad un corretto stile di vita fatto di approccio positivo alla vita, di buon cibo, di giusti affetti, di soddisfazione professionale e di un quotidiano con un giusto approccio positivo.

Cosa ti ha insegnato il mondo del fitness?

Il mondo del fitness é uno spaccato di vita : ti insegna a relazionarti con le persone, capirne le debolezze, i limiti e le potenzialità.
Sono stato per circa 17 anni discepolo di un bravissimo medico neuro psichiatra che mi ha insegnato tantissimo a capire la psicologia dell’essere umano.

È assodato che lo sport abbia a che fare con la psicologia basti pensare alla motivazione e al benessere mentale. Nel particolare periodo di emergenza sanitaria dovuto al Covid-19, contrassegnato da diverse fasi, ci sono state una serie di limitazioni, alcune di queste hanno impattato anche sulla libertà di svolgere attività fisica. Non solo sono state chiuse le palestre, le piscine e tutti i centri sportivi ma per ben 2 mesi non abbiamo potuto svolgere neanche attività all’esterno (parchi, piste, strada). Questo ha suscitato una serie di malcontenti, tu cosa ne pensi? A tuo avviso come ha influito sulla popolazione? Cosa pensi della psicologia e della psicoterapia o meglio hai mai suggerito a qualcuno che alleni una consulenza da uno specialista psicologo/psicoterapeuta?

Il periodo del lockdown ha innescato una serie di dinamiche .
Una prima fase di immobilità totale, smarrimento e surplus di alimentazione dettata dal fatto che era inverno, eravamo chiusi in casa e l’unica gioia era il cibo . Dopodiché, con il passare dei giorni e con l’aumento dei chili si è passati reagendo con la volontà e necessitá di fare attività fisica.
In primiis il fai da te attraverso video su youtube ma poi ci si é organizzati con le sedute di personal training On Line e da lì la cosa ha preso un giusto verso.
Quello che sto riscontrando quotidianamente é l’impatto psicologico che questo reiterato stato di emergenza ha causato a moltissime persone. L’ansia e la depressione sono il male attuale.
Per quanto riguarda la psicoterapia io sono assolutamente a favore .
La possibilità di potersi affidare ad un esperto professionista é fondamentale.
In effetti lo psicologo é il personal trainer della mente.
Quotidianamente collaborando con psicologi, nutrizionisti, consuelor. La triade del benessere prevede il giusto equilibrio fisico, mentale e biochimico .

Come reazione alle limitazioni di cui sopra c’è stato un proliferare di tutorial online per invitare tutti noi agli allenamenti home made, tu cosa ne pensi? Li hai attivati anche tu?

Sono a favore dell’On line e l’ ho attivati da subito durante il lockdown in collaborazione con il mio team di personal trainer.
Sono a favore purché sia interattivo e personalizzato .
Se segui un video qualsiasi su youtube stai certo che dal monitor non esce la mano del trainer e ti dice che stai sbagliando!

Pensi che il periodo di chiusure abbia
portato dei cambiamenti permanenti nel mondo del fitness? O meglio alla riapertura delle palestre il tuo lavoro è stato lo stesso di prima ?

La mia realtà Luxfitness®️ ha avuto un’ esponenziale aumento proprio durante il lockdown e a seguire.
Ho dovuto addirittura aprire una succursale in piena pandemia perché i locali dell’attuale studio non bastavano più.
Le persone giustamente cercano il distanziamento, l’igiene , la massima attenzione e perizia per rimettersi in forma.
Non sono tempi dove poter perdere tempo prezioso in palestre affollate e soprattutto dove non c’é la giusta attenzione al cliente e l’igiene .

Qual è la tua idea di sport nel quotidiano per la popolazione in generale?

L”essere umano é stato progettato per fare 25 km al giorno.Una volta l’uomo faceva tutti questi
chilometri per andare a prendere l’acqua, cacciare, cercare il cibo.
Più che sport io direi di trasmettere un’ idea di movimento, di funzionalità e conoscenza del proprio corpo.
Lo sport inteso come svago e attività fisica va benissimo sempre e comunque purché sia ben fatto e ben strutturato.
Oggi va di moda il padel ma purtroppo in molti si infortunano perché non hanno adeguata preparazione fisica alle spalle .

Mente e corpo: come puoi definire questo incredibile, particolare connubio?

Come diceva Giovenale :”Orandum est ut sit mens sana in corpore sano” (Satire, X, 356) che significa “Bisogna pregare affinché ci sia una mente sana in un corpo sano”.

Quali sono le caratteristiche del tuo programma di allenamento ?

Non esiste un programma unico, per me
esiste la personalizzazione.
Quando inizio un programma di personal training con un nuovo cliente procedo sempre ed inevitabilmente con l’intervista della sua storia, una valutazione del suo stato di salute per poi procedere a test per indagare su limiti e potenzialità. Dopodiché si inizia il percorso .
Ogni seduta é sempre unica e mai banale e scontata.
Io dico sempre che ogni seduta deve essere una wellness experience a sé .

Quali progetti hai in cantiere per il tuo futuro?

Ho sempre progetti in cantiere, non mi fermo mai .Il mio attuale investimento é sulle risorse umane.
Se la mia realtà é vincente é anche grazie ai
miei validissimi collaboratori che seleziono accuratamente.
Vorrei aprire altre filiali, sto scrivendo un libro sulla mia carriera e la mole di lavoro é sempre tanta da richiedere comunque la massima attenzione da parte mia.
Parte del mio lavoro ad oggi é anche manageriale.
Ho avuto il piacere di poter seguire negli anni molti personaggi del mondo dello spettacolo, dello sport e tra gli altimi la preparazione di Costantino della Gherardesca ( per i programmi Pechino Express e Ballando con le Stelle ) e Roberto Bolle quando é a Napoli.
Ogni volta é sempre una nuona sfida per me.

No Pain, No Gain?

Assolutamente si: io ho sempre lottato e faticato per crescere, quindi NO PAIN, NO GAIN

https://www.walterlibrino.com/

Daniela Piesco Co-Direttore Radici

Redazione Corriere Nazionale

Redazione Stampa Parlamento

Redazione Corriere di Puglia e Lucania 

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.