Principale Economia & Finanza Seicento mila euro per l’ecosostenibilità dal Gal Magna Grecia

Seicento mila euro per l’ecosostenibilità dal Gal Magna Grecia

Seicento mila euro per l’ecosostenibilità dal Gal Magna Grecia

Finanziate 24 imprese di Grottaglie, Pulsano e Statte.

Sono 24 le aziende distribuite tra Grottaglie, Pulsano e Statte che hanno ricevuto sino a 25mila euro attraverso il Gal Magna Grecia per il miglioramento energetico e l’ecocompatibilità. L’importo complessivo finanziato ammonta a 600mila euro, mentre l’investimento complessivo è di 1, 2 milioni.

La misura ‘Adeguamento ecocompatibile delle imprese’ – spiega il direttore del Gal Ciro Maranó – punta al miglioramento dell’impatto ambientale di imprese agricole ed extra agricole. Questo – continua – ha un duplice scopo: il maggior rispetto degli standard ambientali e la crescita di competitività sui mercati”.

Nello specifico, con l’intervento di adeguamento ecocompatibile delle imprese (misura 3.2) sono stati finanziati interventi rivolti alla dotazione fotovoltaica e solare-termica per quanto concerne l’approvvigionamento energetico aziendale. Le attività beneficiarie sono principalmente connesse al mondo Ho.Re.Ca. con 11 interventi rivolti all’ospitalità, nella forma di affittacamere (di cui 9 a Pulsano e 2 a Statte) e all’accoglienza, con due centri di degustazione di prodotti tipici locali e iniziative legate alla ristorazione, tre per botteghe artigianali per la ceramica a Grottaglie, le altre per la riconversione energetica di aziende nel settore della grafica e della carpenteria meccanica.

Il finanziamento ha riguardato sia operazioni di adeguamento strutturale (standard ambientale degli immobili, eco-design, miglioramento dell’accessibilità, ecc.) che adeguamenti dei servizi e dei prodotti offerti (progettazione di prodotti o di servizi verdi, introduzione di tecnologie pulite, riciclo delle acque, recupero degli scarti di produzione, packaging ecologici, ecc.).

I soggetti beneficiari sono agricoltori che hanno puntato a diversificare le produzioni avviando nuove attività extra-agricole, le microimprese e piccole imprese che avviano o implementano attività extra-agricole e in genere le persone fisiche nelle zone rurali che avviano nuove attività extra-agricole.

“Per le aziende del Gal Magna Grecia, riuscire a incrementare il tasso di innovazione ambientale attraverso adattamenti di prodotto e di processo – sottolinea il presidente del Gruppo di azione locale Luca Lazzàro – significa proiettarsi verso nuovi mercati sensibili alle tematiche e ai prodotti ecosostenibili. La maggiore domanda di prodotti e servizi basati sul rispetto delle risorse naturali è anche confermata da un crescente interesse commerciale verso le produzioni tipiche sostenibili come le ceramiche di Grottaglie.

Anche dal punto di vista della filiera agroalimentare – continua –  registriamo da qualche anno l’evoluzione dei consumi verso una maggiore domanda di prodotti alimentari di qualità (biologici) con requisiti di sicurezza, tipicità e tracciabilità”.

“I benefici di tali adattamenti si riversano non solo sulle singole aziende ma sull’intero territorio, i minori costi di smaltimento dei rifiuti, i minori consumi di risorse, la migliore immagine verso clienti e turisti nonché il maggiore accesso al mercato degli acquisti green favoriscono la nascita di rapporti più costruttivi e di collaborazione con le autorità pubbliche e portano il cittadino a sentirsi parte attiva nel processo di ammodernamento delle attività locali”.

Redazione Corriere di Puglia e Lucania 

Corriere Nazionale

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.