Principale Cultura & Società Eventi & Spettacoli La Fiera di Gravina in Puglia orfana da tre anni

La Fiera di Gravina in Puglia orfana da tre anni

Rinviata per pandemia covid e  caduta dell’amministrazione Valente 

by Giovanni Mercadante

Anche quest’anno la Fiera di San Giorgio a Gravina in Puglia non avrà luogo. Tre anni di fermo per la ultrasecolare manifestazione fieristica che ha svolto  puntualmente la sua funzione di volano economico del territorio dell’hinterland barese.

La comunità murgiana non si rassegna a questo tradimento della politica mentre tutte le attività, dopo l’allentamento delle restrizioni sanitarie ministeriali emanate alcune settimane fa, stanno decollando per dare ossigeno al territorio.

Quali sono le ragioni che hanno indotto i vertici a non  organizzare la consueta fiera, magari anche con un calendario posticipato? Al momento bocche cucite. Unica voce fuori dal coro l’avv. Domenico Cardascio, ex consigliere comunale, il quale denuncia in un suo  video su fb la mancata programmazione della manifestazione. Mancando un ente preposto indipendente, ribadisce,   D. Cardascio, intervistato telefonicamente, non ci sarà mai una calendarizzazione autonoma, ma una improvvisazione in funzione dei venti favorevoli.

Purtroppo la Fiera di Gravina non ha un ente sganciato dal Comune, dal suo sindaco che fa il bello e il cattivo tempo. Allora, da queste colonne lanciamo una sfida;  perché non proporre la gestione al “GAL-Murgia Più”, un Ente indipendente che può attingere finanziamenti regionali, europei?

Non ci sarà mai una crescita del territorio, finché ci saranno i feudatari politici di turno che gestiscono la cosa pubblica a propria immagine e somiglianza; con la  vittoria alle elezioni di turno, si sentono nel diritto di gestire in proprio il territorio dimenticando che sono dei semplici rappresentanti della comunità, mentre c’è la prevaricazione sulla democrazia.

Franco Nacucchi, Presidente dell’Associazione 3P, dal canto suo tiene a precisare che su sua proposta il Comune di Gravina deliberò il 30 gennaio 1985 la costituzione di un comitato organizzativo, seguito anche da una proposta di costituzione di un ente fiera con la partecipazione della Camera di Commercio, Regione Puglia e aziende pubbliche e private.

Preso atto di questa situazione di stallo, la Presidente dell’Associazione Auser Gravina in Puglia, Maria Arcangela Picciallo, ha ritenuto opportuno di organizzare per mercoledì 20 aprile 2022, nella propria sede in Via Matteotti n. 22, una serata  dedicata alla ultracentenaria centenaria Fiera di San Giorgio risalente all’anno 1294 a firma di Carlo II d’Angiò che, per causa Covid19, è stata sospesa anche questo anno, così come da comunicato inviato anche all’attenzione del Commissario Prefettizio dott.ssa Rossana Riflesso.

Vorremmo avere la possibilità – dice il comunicato stampa –  di valorizzare tale tradizione proponendo una serata culturale utile a far conoscere la sua storia a tutti i cittadini che vorranno parteciparvi.

Abbiamo avuto la disponibilità del prof. Fedele Raguso, storico e presidente onorario dell’ Associazione “Amici della Fondazione E.P. Santomasi”, il quale esporrà dettagli e date circa le origini della Fiera fino ai nostri giorni.

Inoltre sarà allestita una mostra fotografica ad essa dedicata, organizzata dal prof. Franco Nacucchi presidente dell’Associazione 3P (Partecipare-Produrre-Progredire).

Cogliamo l’occasione per presentare un breve elenco di eventi organizzati da Auser Gravina nell’ultimo anno:

In data 10 luglio 2021 è stata organizzata una serata presso la nostra associazione denominata “IL PONTE ACQUEDOTTO, CUORE DI GRAVINA” allo scopo di valorizzare uno dei luoghi simbolo della nostra Città riconosciuto a livello internazionale come luogo di interesse storico ricostruito nel 1722 dagli Orsini dopo il terremoto e candidato come “luogo del cuore” acquisendo la Settima posizione. Per l’occasione è stata presentata un’opera in miniatura rappresentante il Ponte Acquedotto ed interamente creata da un socio dell’associazione, il signor Vincenzo Savino.

Il 10 ottobre 2021 abbiamo tenuto una serata denominata “Gravina in poesia”, allo scopo di condividere con i nostri anziani e tutti coloro che hanno partecipato all’evento.

Il 12 dicembre 2021 sempre presso la nostra associazione, abbiamo organizzato una serata all’insegna della cultura locale dal titolo “INCONTRO CON LA STORIA

Ospite relatore della serata è stato il professor Fedele Raguso che ha riportato la storia del Maniero Svevo e del Castrum della Civita nei minimi particolari. L’artista Massimo Loglisci ha presentato le sculture da lui realizzate del Maniero Svevo.

Nel mese di dicembre 2021 Auser Gravina ha partecipato al progetto promosso dal Comune “Il bosco per il sociale” organizzando una serie di partecipazioni degli anziani alle giornate a loro dedicate.

Il 26 febbraio 2022 Auser Gravina ha organizzato un evento in collaborazione con l’associazione Crisalide denominato “La musica nel cuore” con l’esibizione di tanti giovani talenti gravinesi che si sono esibiti in maniera eccellente.

Per l’occasione della festa della donna, il giorno 8 marzo 2022, Auser Gravina, in collaborazione con la CGIL, ha tenuto una serata dedicata alle donne che ha visto la proiezione del film “La bicicletta verde” ed un dibattito sul tema “Solidarietà e determinazione. La forza delle donne

Recentemente Auser è stata impegnata in un progetto con l’associazione “Insieme per la gioia” e i ragazzi dell’Istituto Tecnico “V. Bachelet” teso ad avvicinare le giovani generazioni ai nostri anziani con l’insegnamento di attività di cucito e pasta fatta in casa.

Il nostro programma futuro verterà su attività di giovani ed anziani e nello specifico: corsi di informatica e smartphone, serate dedicate alla storia e alla cultura, alla musica e la poesia, alla trasmissione ai giovani delle tradizioni locali, dare assistenza morale a chi è solo.

Faremo conoscere – conclude La Presidente M.A. Picciallo – ai nostri cittadini e non, le bellezze della nostra bella Gravina attraverso attività turistiche e gemellaggi con associazioni di Gravina e di altre zone d’Italia.

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.