Principale Economia & Finanza Ue, Lagarde: no all’aumento dei tassi prima del termine acquisto titoli

Ue, Lagarde: no all’aumento dei tassi prima del termine acquisto titoli

“Non si verificherà un aumento del tasso prima del termine dei nostri acquisti netti di titoli”. A dirlo è stata la presidente della banca centrale europea christine lagarde, in audizione davanti la commissione affari economici e monetari del parlamento ue. “inoltre, ci sono tre condizioni che dovranno essere soddisfatte prima che il consiglio direttivo si senta sufficientemente fiducioso che un’inclinazione del nostro tasso di riferimento sia appropriato – ha aggiunto lagarde -.

Tutte e tre le condizioni sono intese come salvaguardie contro un aumento prematuro dei tassi di interesse. Infine, qualsiasi adeguamento alla nostra politica sarà graduale. Resteremo attenti ai dati in arrivo e valuteremo attentamente le implicazioni per le prospettive di inflazione a medio termine”.

“A determinare questo livello di inflazione sorprendentemente alto” che “abbiamo registrato a novembre, dicembre, gennaio e che crediamo continuera’ ancora per un po’ per poi diminuire nel corso del 2022” sono “in modo predominante i costi energetici e le strozzature che hanno un impatto su un’offerta limitata in risposta a una forte domanda” e “se prendessimo provvedimenti di politica monetaria” ad esempio “ponendo gradualmente fine” al programma di acquisto di titoli e “alzando i tassi” tale azione “avrebbe un impatto sui costi energetici? Non credo proprio”.

Lo ha dichiarato la presidente della Banca centrale europea, Christine Lagarde, nell’audizione alla commissione Affari economici e monetari del Parlamento europeo. Una tale politica monetaria, ha continuato Lagarde, “scatenerebbe all’improvviso un meraviglioso traffico di container e camion? Nemmeno”.

D’altro canto, ha aggiunto la presidente “il nostro mandato e’ la stabilita’ dei prezzi e dobbiamo concentrarci sui dati e analizzare se i movimenti di breve termine a cui assistiamo, che stanno chiaramente crescendo, avranno un impatto sull’inflazione a medio termine”.

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.