Principale Arte, Cultura & Società “Il mio canto libero” di Battisti a Sanremo 2022: l’appello di Artisti...

“Il mio canto libero” di Battisti a Sanremo 2022: l’appello di Artisti Uniti con i medici ad Amadeus

“Il mio canto libero” di Battisti a Sanremo 2022: l’appello di Artisti Uniti con i medici ad Amadeus

di Virginia Capozzi

Arriva da Kevin Dellino l’appello per omaggiare, durante il Festival di Sanremo, gli eroi in corsia e i 50 anni de “Il mio canto libero” di Battisti.

A meno di una settimana dalla 72° edizione del Festival della Canzone italiana, che si terrà come di consueto al Teatro Ariston di Sanremo (1°-5 febbraio 2022), le notizie ormai certe sono la conduzione, per la terza volta, di Amadeus in qualità anche di direttore artistico, i super ospiti Checco Zalone, Cesare Cremonini e i Maneskin e le co-conduttrici Sabrina Ferilli, Maria Chiara Giannetta, Ornella Muti, Lorena Cesarini e Drusilla Foer.

Quello che il web, però, ancora si chiede è se Amadeus avrà accolto l’appello rivolto dal conduttore, speaker radiofonico e autore barese Kevin Dellino, in veste di responsabile dell’associazione “Artisti Uniti con i medici” per Croce Rossa Italiana.

«Il progetto – ha raccontato Dellino in occasione dell’evento “800Km di Musica” della Milano Music Week 2021 – è volto a raccogliere fondi a favore della CRI ed è nato in piena pandemia per rinforzare l’importante messaggio di speranza: consiste nella realizzazione di un videoclip, al quale hanno preso parte oltre 30 artisti nazionali, tra cui Rosanna Fratello, Marco Armani, Viola Valentino, Aida Cooper, Gatto Panceri, Barbara Cola, i Jalisse etc., che hanno interpretato l’inno ai medici, riscritto da Mogol, sulle note de “Il mio canto libero” del celebre Lucio Battisti».

Il nuovo testo – richiesto al maestro dalla Federazione Italiana delle Società Medico Scientifiche, al fine di ringraziare gli italiani per il supporto dimostrato a tutti gli operatori sanitari – invita alla prudenza e al rispetto delle regole, e lo fa attraverso la musica e la grande emozione che essa rilascia.

Il videoclip, pur avendo raggiunto più di 10.000 visualizzazioni su YouTube e grandi consensi da importanti professionisti del settore, purtroppo non è riuscito ad ottenere la risonanza a livello nazionale che il suo promotore sperava «perché – dice – in questo settore anche le iniziative benefiche vengono spesso ignorate, se non si hanno gli agganci giusti per poterle promuovere».

Dellino, però, non si è lasciato scoraggiare e, avendo conosciuto direttamente Amadeus nel 2010 all’interno del programma “Cuore di mamma” su Rai2, ha cercato di contattarlo prima via social, poi scrivendo all’ufficio stampa personale e a quello della Rai, affinché il videoclip possa trovare spazio in una delle serate del Festival. La risposta è arrivata dalla responsabile casting, la quale ha ringraziato per la proposta, promettendo che sarebbe stata attentamente vagliata dagli autori e da Amadeus stesso.

L’appello rivolto da “Artisti uniti con i medici” sorge non solo dall’idea di omaggiare gli eroi in corsia per i sacrifici e il lavoro profusi nell’emergenza sanitaria, ma anche perché quest’anno ricorre il 50° anniversario proprio de “Il mio canto libero” di Battisti-Mogol. In questo modo all’Ariston, il palco delle emozioni per antonomasia, il progetto dell’Associazione potrebbe godere di grande visibilità e contestualmente si celebrerebbe uno dei grandi capolavori della musica italiana, che, in virtù della rivisitazione, assume ancor più oggi un valore significativo e profondo.

Dellino ha dichiarato di essere fiducioso e di confidare in Amadeus perché «è un ottimo direttore artistico, molto attento al valore dell’arte», ma – nonostante nelle ultime settimane l’appello si sia fatto sentire sui media sempre più forte tra i baresi e i fedeli sostenitori dell’Associazione – conferme purtroppo non ne abbiamo.

Chissà che il Festival di Sanremo 2022 non ci riservi anche questa sorpresa!

Redazione Corriere di Puglia e Lucania 

Corriere Nazionale

1 COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.