Principale Cultura & Società Preghiera interreligiosa al porto mercantile di Taranto

Preghiera interreligiosa al porto mercantile di Taranto

Preghiera interreligiosa al porto mercantile di Taranto.

Monsignor Santoro farà giungere il fraterno saluto alle diverse realtà cristiane del nostro territorio.

Domani, martedì 25, alle ore 10,30 nella sede della Stella Maris (porto mercantile), terra di incontro e di preghiera interreligiosa, l’Ufficio diocesano per la pastorale dei migranti con l’Ufficio diocesano  missionario e  l’Apostolato del mare si ritroveranno insieme per vivere la Settimana di preghiera per l’unità dei Cristiani.

L’arcivescovo  mons. Filippo Santoro farà giungere il fraterno saluto alle diverse realtà cristiane del nostro territorio: la comunità cattolica dello Sri Lanka, quella ortodossa rappresentata dalle donne che lavorano soprattutto come badanti: moldave, russe, georgiane, bielorusse, rumene e le ucraine. Queste ultime in particolare chiedono una preghiera per la situazione di pericolo di guerra nel loro Paese, dove hanno lasciato la propria famiglia. A tal proposito il Santo Padre ha indetto per mercoledì 26 gennaio la Giornata di preghiera per la Ucraina, al fine di per scongiurare il conflitto bellico.
Nella cerimonia religiosa, guidata da don Ezio Succa e da don Massimo Caramia,  si pregherá anche perché i marittimi cristiani, indù, sikh, buddisti e  musulmani imbarcati sulle navi mercantili possano  riconoscersi tutti  fratelli ed  essere pronti alla  carità gli uni verso gli altri.

Redazione Corriere di Puglia e Lucania 

Corriere Nazionale

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.