Raduno dignitari dei Cavalieri Templari federiciani nella cattedrale di Teramo

Raduno dignitari dei Cavalieri Templari federiciani nella cattedrale di Teramo

Celebrazione Corpus domini e presentazione dell’opera Templaris compendium di Melinda Miceli

TERAMO – Per la ricorrenza del Corpus domini il Sovrano ordine monastico dei Cavalieri Templari federiciani ha radunato i dignitari e gli ufficiali del nord, centro e sud Italia presso la cattedrale di Santa Maria Assunta, con regio decreto 21 novembre 1940 n. 1746, dichiarata monumento nazionale.

Con la sua mole imponente e col suo Campanile, alto 48 metri, di forma romanica e con ornamenti gotici, oltre ad essere tra le opere religiose ed architettoniche più importanti dell’Abruzzo, la cattedrale è il centro della vita religiosa di Teramo ed anche il simbolo della città.

Alla messa officiata da Monsignor Lorenzo Leuzzi, Vescovo di Teramo e 7 arcipreti, erano presenti Il Gran Maestro Corrado Maria Armeri, il Vicario di Sicilia Melinda Miceli, il Gran Priorato del Veneto Silvano Bottin, il Sovrano ordine monastico dei Templari federiciani di Teramo promotore delle numerose iniziative religiose e delle investiture tra cui il Generale Domenico Trozzi e l’avvocato Eugenio Galassi.

Nel giorno del Corpus Domini come ha asserito il vescovo Leuzzi “La presenza nel presbiterio dei Cavalieri col bianco mantello e la croce patente, ha solennizzato la celebrazione liturgica nella cattedrale officiata con l’Organo l’organo a canne opus 788, dedicato a San Gabriele dell’Addolorata”.

La messa solenne celebrata in canto gregoriano con l’assistenza dei Sacri Ministri, cioè diacono e suddiacono, in cornum Evangelii, per leggere il Vangelo ha previsto anche il suono delle campane della torre che si connette alla cattedrale proprio nel punto di innesto fra la parte romanica di Guido II e quella gotica di Niccolò degli Arcioni.

La torre con due celle campanarie sovrapposte e un concerto di sette campane ha ricreato la vibrante emozione sonora della ritualità per lanciare alla Città il saluto di Dio, il canto della Fede e il ritorno dell’Ordine dei Templari nelle cattedrali dai cavalieri stessi costruite.

La pergamena di Chinon, atto di assoluzione del 1308 di Papa Clemente V concesse l’assoluzione sacramentale al Gran Maestro Jacques de Molay nonché i restanti maggiorenti dei Cavalieri Templari, ingiustamente trascinati in un processo organizzato dal re di Francia Filippo IV il Bello, servendosi dell’Inquisizione medievale .

L’interno della Cattedrale molto suggestivo diviso in tre navate che confluiscono in un tiburio ottagonale verso il quale si apre anche la Cappella di S. Berardo era colmo di fedeli. All’esterno sono stati fatti allestire dai Cavalieri templari due quadri infiorati donati alla diocesi e realizzati dall’associazione Trucioli in arte di Torricella Sicura, raffiguranti il Corpus domini attraverso l’Eucarestia.

Il corpus domini è una delle principali solennità dell’anno liturgico della Chiesa cattolica, rievoca, la liturgia “Messa in Cena Domini” del Giovedì santo e fu istituito ad Orvieto da papa Urbano IV, con la bolla Transiturus dell’11 agosto 1264 per celebrare la reale presenza di Cristo nell’Eucaristia.

L’Ordine dei Templari Federiciani intende custodire la fabbriceria della Cattedrale e incentrare la sua opera a Teramo su attività sociali a sostegno del disagio giovanile attraverso l’associazione Prossimità alle istituzioni del Generale Domenico Trozzi, elevato a Priore di Teramo.

Dopo la Solenne messa, la conferenza stampa del Critico d’arte e saggista Melinda Miceli, invitata a presentare Templaris Compendium, donato al Vescovo Leuzzi. Il celebre libro della scrittrice internazionale Melinda Miceli, manifesto culturale dell’ordine e saggio storico simbolico tanto rinomato nel mondo editoriale, da essere tradotto da Ediciones Matrioska Spagna per la sua diffusione in tutti i paesi di lingua spagnola e in autunno l’edizione internazionale di Templaris Compendium di Melinda Miceli sarà presentata presso un monastero templare appartenente all’ordine dei Cavalieri Templari federiciani di Corrado Armeri sulla Via di Santiago di Compostela.

Dott.ssa Melinda Miceli, scrittrice, saggista, critico d’arte, giornalista, Vicario internazionale dei Templari federiciani per la cultura e l’arte, Ambasciatrice onoraria internazionale di Ediciones Matrioska.


Redazione

Redazione