Home Ambiente & Salute Cons. Borraccino, Idrogeno strategico per la Puglia

Cons. Borraccino, Idrogeno strategico per la Puglia

Riceviamo e pubblichiamo. Puglia sempre più all’avanguardia per la promozione di fonti energetiche ecocompatibili.

È di poche ore fa il nuovo provvedimento approvato in Giunta regionale che pone l’idrogeno come fonte energetica da incentivare, grazie al lavoro degli assessori Maraschio, Delli Noci e del Presidente Michele Emiliano.

Si dà seguito così ad un percorso intrapreso nel 2019, allorquando il sottoscritto, in qualità di assessore allo sviluppo economico, condivise una legge regionale, la prima in Italia, che aveva come primo firmatario l’ex consigliere regionale Enzo Colonna, sulla promozione all’utilizzo dell’idrogeno quale fonte di energia alternativa al fossile.

La Puglia, da anni in prima linea nella ricerca e nell’innovazione, si candida quindi a diventare Centro Nazionale di alta tecnologia per l’idrogeno: ieri la Giunta ha deliberato l’atto di indirizzo come previsto dal Piano nazionale per la ripresa e la resilienza.

I prossimi step saranno quelli di un gruppo di lavoro interdipartimentale che si occuperà di elaborare il Piano dell’idrogeno, secondo la Legge regionale n. 34 del 2019, una volta istituito l’Osservatorio regionale sull’Idrogeno.

Con questa strategia si potranno realizzare fattivamente processi di decarbonizzazione in molti processi produttivi, nei trasporti, per la produzione di energia elettrica, in edilizia. E’ un’opportunità da cogliere in questo frangente grazie anche al Recovery Fund, il fondo di 750 miliardi di euro che l’Unione europea ha messo a disposizione per rilanciare l’economia dei 27 Paesi membri, che prevede fondi specifici per realizzare finalmente quella transizione ecologica che tutti auspichiamo per la nostra Taranto e per l’amata Puglia.

Mino Borraccino

Consigliere del Presidente della Regione Puglia

per l’attuazione del Piano per Taranto

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui