Regione Puglia – Mini bond lo strumento delle imprese per lo sviluppo

Regione Puglia – Mini bond lo strumento delle imprese per lo sviluppo

Riceviamo e pubblichiamo

#Minibond, dalla Regione Puglia, ok alle imprese delle costruzioni, del commercio all’ingrosso e alle startup.

Grazie alla decisione del Presidente

Michele Emiliano

e dell’assessore #DelliNoci, nuove opportunità per le imprese che intendono emettere minibond utilizzando lo strumento finanziario della Regione #Puglia, prima regione in Italia a mettere in campo questo strumento finanziario per lo sviluppo delle imprese e per la crescita dell’occupazione.

Dopo un anno e mezzo dalla pubblicazione del primo avviso, voluto all’epoca, dal sottoscritto, nelle vesti di assessore regionale allo sviluppo economico, il quadro economico regionale è mutato anche per gli effetti della pandemia e la Regione Puglia ha subito risposto a questi mutamenti modificando le regole per l’accesso al Fondo.

La nuova configurazione dei MINIBOND include tra i beneficiari anche le aziende del settore delle costruzioni, le imprese del commercio all’ingrosso e le startup controllate da imprese finanziariamente solide.

Un ringraziamento al presidente del Consiglio di amministrazione di Puglia Sviluppo, Grazia #DAlonzo e al direttore Antonio #DeVito oltre che al capo dipartimento sviluppo economico Nico #LaForgia e alla capo sezione competitività GiannaElisa #Berlingerio.

Il Fondo Minibond 2014/2020 favorisce il ricorso al mercato dei capitali come canale complementare al classico finanziamento bancario.

Le iniziative finanziabili con l’emissione di Minibond possono riguardare investimenti in attivi materiali da realizzarsi nella regione Puglia, investimenti in Ricerca e Sviluppo, in innovazione tecnologica e in attivi immateriali, costi per l’attivo circolante legati agli investimenti indicati.

I singoli Minibond possono avere un importo compreso tra 2 e 10 milioni di euro e una scadenza massima di 7 anni, eventualmente comprensiva di un preammortamento di 12 mesi.

#continuareafarebene.


Redazione

Redazione