Quando un inquilino può essere sfrattato?

Diritti & Lavoro

E’ il Codice Civile infatti nell’articolo 1587 ad affermare il divieto di <<compiere atti e tenere comportamenti che possano recare molestia agli altri all’interno dello stabile>>.

Uno dei migliori escamotage per il locatore per tutelarsi a priori è specificare, nel contratto di locazione, come le eventuali molestie e liti con gli altri condòmini possano portare alla scissione del contratto.

Federica Sesti Osseo