Casaleggio contro il terzo mandato: “viola gli impegni”

Diritti & Lavoro

È un problema solo per chi non vuole rispettare gli impegni presi o i principi del M5S

©ANDREAS SOLARO / AFP – Davide Casaleggio

“Il terzo mandato è un problema solo per chi non vuole rispettare gli impegni presi o i principi del M5S”. Taglia corto Davide Casaleggio che, in un’intervista al Corriere della Sera, torna a parlare delle dinamiche interne al Movimento anche se ciò che più gli preme è illustrare la nuova generazione della piattaforma sviluppata dalla sua società: Rousseau X.

“Con la nuova app i cittadini avranno un nuovo strumento per partecipare attivamente e per decidere la linea politica del Movimento”. In un’intervista al Corriere della Sera Davide Casaleggio, di fatto il detentore dei diritti della piattaforma Rousseau per la consultazione dei militanti 5Stelle, lancia una nuova proposta per tastare gli umori del Movimento. E aggiunge: “Gli iscritti potranno votare, leggere ogni giorno le notizie del Blog delle Stelle, scoprire gli eventi organizzati dai portavoce locali o gli incontri formativi della scuola di Rousseau, ma potranno anche personalizzare il proprio profilo Attivista e, subito dopo la prima fase di beta testing, potranno anche cercare altri iscritti o eletti della propria regione.

Per Casaleggio, insomma, “questa app mostra anche una grande novità” perché si tratta di un “progetto Open source” ed è sviluppata sulla base di “un lavoro di diversi mesi attraverso la collaborazione di programmatori e designer che hanno deciso di contribuire a questo progetto aperto e inclusivo”.

Poi si augura che “gli Stati generali non diventino solo un modo per ratificare quesiti già scritti o decisioni già prese” e vede in Rousseau “l’ecosistema all’interno del quale si evolvono le idee, le decisioni e la partecipazione del M5S” ed essendo “il cuore del Movimento e i trapianti di cuore sono sempre delicati”, afferma.

E nell’augurarsi “un processo che si occupasse di rendere ancora più trasparenti e ispirate alla meritocrazia le migliaia di nomine pubbliche su cui il Movimento può agire in questi mesi, come ad esempio abbiamo già fatto in passato dando la possibilità agli iscritti di definire il nome del Presidente della Repubblica”, Casaleggio annuncia che “da nove mesi il M5S si è già dotato di un’organizzazione collegiale di 200 persone, è il Team del Futuro battezzato da Luigi Di Maio e confermato da Vito Crimi a inizio anno. Un team coordinato da 18 persone”. AGI