Il Governo Conte

Diritti & LavoroLettere al Direttore

di Prof. Donato Arciuli

In un mio precedente articolo del 15.03.2020 Lettere dal Mondo: Italiani idioti per i tedeschi, risposi per le rime a quei tedeschi che i cittadini sono orgogliosi di essere Italiani, perché l’ITALIA è la più bella Nazione sul Pianeta.

Fra gli stranieri, un numero rilevante sono proprio i tedeschi, non appartenenti alla casta, che apprezzano l’ITALIA per l’arte, la cultura “DIRITTO ROMANO”, per il nostro bel mare e per la nostra “cucina”.

I lettori del Quotidiano possono leggere l’articolo completo sull’argomento rileggendo gli articoli nella rubrica Arciuli Donato “I DIRITTI DEL CITTADINO” 

Dopo questa premessa, parliamo del nostro Governo

Il Direttore del Tempo Franco Bechis, nella vicenda mascherine ha scritto che il premier Giuseppe Conte si è comportato come il capitano della Costa Concordia Francesco Schettino che pensò prima a salvare sé stesso dal naufragio e, solo dopo, il resto dei passeggieri. Così si è comportato il premier, non votato dal popolo, che nel pieno dell’emergenza coronavirus, ha predisposto anzitutto l’approvvigionamento del materiale sanitario per sé e i suoi collaboratori. Mascherine, gel, guanti, camici, bombole di ossigeno sono stati ordinati e pagati dai Cittadini, da Palazzo Chigi il 26 febbraio, mentre le gare il Consip le ha indette per gli altri Italiani, una riflessione “I VERI ITALIANI SONO GLI ALTRI ITALIANI” dubito l’italianita’ degli inquilini del Palazzo Chigi, il 9 marzo certo che doveva essere protetto il comandante in capo, ma il ruolo è quello che prima si pensi a tutti gli altri, e poi a sé stesso

Tutto questo ha portato notevole ritardo nel fornire materiale di sicurezza alle cliniche, strutture ospedaliere, causando la morte di medici, infermieri e personale ospedaliero mentre i cittadini trovavano difficoltà ad acquistare le mascherine.