Addio  a Felice Lomurno Sovrintendente Capo della Polizia locale

Diritti & Lavoro

Il Corrierepl rende omaggio a un servitore della comunità locale della Città di Altamura.

Il Gigante buono stroncato dal corona virus

Giovanni Mercadante

foto di copertina   Felice Lomuno, Sovrintendente Capo

Con il  comunicato stampa n.63 del 30.3.2020 la Sindaca avv. Rosa Melodia ha annunciato la dipartita del Sovrintendente Capo della Polizia locale Felice Lomurno. 

Cordoglio da parte della Sindaca, del Presidente del Consiglio comunale, della Giunta e di tutti i consiglieri comunali che si  uniscono al dolore dei famigliari nel ricordo di un uomo buono, dedito al lavoro, sempre disponibile e solidale con chiunque avesse bisogno di aiuto.

Il messaggio esprime anche  vicinanza al Comandante Michele Maiullari ed ai colleghi del Comando di Polizia Locale.

Una brutta notizia che  è circolata subito  sui network nelle prime ore dell’altro ieri. Felice Lomurno figura molto nota in città, non solo per il suo ruolo ma soprattutto come personalità, era appellato il Gigante buono.

Prossimo alla pensione (65),  lascia la moglie Tonia e due figli: uno Sottufficiale dell’Esercito, Reparto speciale Paracadutisti e l’altro dipendente dell’ASL.

In passato addetto alla viabilità, anche come Vigile motociclista, per motivi di salute era stato posto nella centrale operativa. Persona molta molto generosa e premurosa, definito da chi lo ha conosciuto “dal cuore grande”, pensiero corale manifestato anche  dai suoi superiori e colleghi.

Il rapporto con i colleghi, fanno sapere dal Comando, è stato sempre improntato alla massima collaborazione, con alto senso del dovere. Il rapporto con i cittadini è stato altrettanto esemplare.

Purtroppo, risultato positivo durante il periodo della quarantena a cui è stato sottoposto tutto il personale del Comando,  a causa di una patologia pregressa, il suo fisico non ha retto; lo stress provocato dal corona virus è stato letale.