Per lo più inesplorata e misteriosa la piramide etrusca di Bomarzo affascina da qualche tempo coloro che la visitano. Chi l’ha costruita? Quale era il suo scopo?

Bomarzo, comune del Lazio in provincia di Viterbo, è famoso per il Parco dei Mostri: un labirinto di simboli, gigantesche statue e mostruose facce. Qui però si trova anche una piramide etrusca, inesplorata e totalmente sconosciuta ai più.

Nascosta tra i boschi, e avvolta dalla fitta vegetazione della Tuscia, la Piramide Etrusca (o Piramide di Bomarzo) ricorda, per la forma del suo tronco, gli altari religiosi. In realtà è una vera e misteriosissima piramide, la cui datazione è incerta e che molti chiamano “sasso del predicatore” o “altare piramidale”. Sita nella zona del Tacchiolo, un’area ricchissima di reperti appartenenti al periodo etrusco e a quello preistorico, la si può raggiungere da numerosi sentieri, che accarezzano anche abitazioni rupestri scavate dentro rocce megalitiche, altari, luoghi di culto, e persino un cimitero paleocristiano.

piramide etrusca bomarzo
Non solo la piramide ma anche megaliti sparsi nella zona.

Un reperto incredibile

E’ incredibile che opere di prima grandezza come la Piramide Etrusca di Bomarzo siano praticamente sconosciute, scoperta principalmente tramite il libro di Giovanni Menichino “Escursionismo d’Autore nella Terra degli Etruschi” che ne parla diffusamente non ha neanche una indicazione che la cita o che la indica nei dintorni. La Piramide è lì da migliaia d’anni e probabilmente è più antica della civiltà Etrusca e nessuno le presta attenzione!

E’ una Piramide Etrusca?

È misteriosa, la Piramide Etrusca. E non si può non vederla, se si organizza una gita ai giardini di Bomarzo. Scoperta nel 1911, non è mai stata indagata in modo approfondito dall’archeologia ufficiale. Per lunghi anni, ecco dunque che questo luogo è stato completamente abbandonato. Fino al 2008, quando Salvatore Fosci ha deciso di prendersene cura, occupandosi della vegetazione e della manutenzione dei sentieri che lo raggiungono. E iniziando un intenso lavoro di “marketing”, per far conoscere nel mondo la Piramide di Bomarzo.

piramide etrusca bomarzo

Per raggiungere la Piramide Etrusca, come riportato sul sito dedicato, bisogna raggiungere l’ingresso principale de La tagliata delle Rocchette (coordinate: 42° 30′ 17″ Nord e 12° 15′ 60″ Est), percorrerla tutta e, inoltrandosi nel bosco, seguire il sentiero più grande per circa a 400 metri, fino a raggiungere il doppio segnale in salita tra gli alberi. Si scorgerà a quel punto la piramide, con le sue due rampe di scale: salendole, si raggiunge l’ara maggiore da dove il sacerdote etrusco si pensa officiasse i riti agli dei degli Inferi.

nibiru2012.it