Cicala: “Lo sport è un bene sociale portatore di valori”

Sport & Motori

Il Presidente del Consiglio regionale lo ha detto alla “Festa del ciclismo regionale” che si è svolta, oggi pomeriggio, a Viggiano. Una cerimonia per festeggiare i protagonisti della stagione 2019

POTENZA – “Lo sport è un bene sociale che stimola i giovani e le persone di tutte le età a seguire buone pratiche salutari per il benessere psicofisico e, da sempre, si fa portatore dei valori indispensabili per la crescita e lo sviluppo della società. La bici è un congegno semplice che, al tempo stesso, offre diverse sfide, molte delle quali educano i ragazzi alla vita, all’equilibrio, mettono alla prova la forza fisica e mentale e ci insegnano a resistere superando i limiti che le paure tentano di imporci”. Lo ha detto il presidente del Consiglio regionale, Carmine Cicala, alla “Festa del ciclismo regionale” che si è svolta, oggi pomeriggio, a Viggiano presso la Sala comunale “Piazza Coperta”. Un momento piacevole per festeggiare i protagonisti della stagione 2019.

 

Il presidente Cicala ha rivolto “un sincero ringraziamento al sindaco di Viggiano, Amedeo Cicala, al Presidente della Federazione Ciclistica Italiana, Renato Di Rocco, alla Federazione Ciclistica della Basilicata, al presidente Carmine Acquasanta e a tutti i componenti del Consiglio direttivo che – ha detto – oltre a promuovere iniziative sportive di pregio, contribuiscono a quel cambiamento culturale che il ciclismo e lo sport, in senso ampio, sanno offrire”. “Il ciclismo – ha proseguito Cicala – rompe le barriere, sa unire e creare aggregazione facendo, inoltre, comprendere a chi lo pratica il valore della disciplina e delle regole come garanzia di crescita e di libertà. Uno sport per tutti, che crea inclusione e permette anche alle persone con disabilità di superare gli ostacoli e di godere dei benefici e affrontare nuove sfide grazie al paraciclismo”.

 

Il Presidente dell’Assemblea regionale ha, poi, fatto riferimento alle “imprese e alle vittorie lucane che hanno visto professionisti come Domenico Pozzovivo, e anche amatori affrontare percorsi e lunghi viaggi. Un esempio – ha aggiunto – è il progetto di Europebike, svoltosi proprio in concomitanza con ‘Matera capitale europea della cultura 2019’, che ha visto partecipare il giovane viggianese Nicol Ielpo, nell’impresa di attraversare tutta l’Europa facendo tappa nelle principali città europee della cultura, elette negli anni scorsi. Una sfida incredibile per collegare simbolicamente i popoli e per promuovere la Basilicata oltre i confini regionali. Il successo del ciclismo viggianese riceve una nota di merito grazie all’associazione A.S.D. Team Bykers Viggiano che, quest’anno, celebra dieci anni di attività e permette il raggiungimento di importanti traguardi non solo sportivi ma anche sociali come l’inclusione e all’adesione di valori positivi. Tanti, infatti, sono i giovani coinvolti nella squadra, frutto del lungimirante impegno associativo guidato dal Presidente Giuseppe Dianò. Il mio plauso va al giovane campione Alessandro Verre, che nel suo percorso sportivo, ha ottenuto importanti trofei portando alto il nome della lucanità”.

 

“La bici – ha concluso Cicala – è dunque cultura, benessere, unione, disciplina, turismo e crescita. Il mio augurio di buon lavoro, a nome del Consiglio regionale della Basilicata che ho l’onore e l’onere di presiedere, lo rivolgo alla Federazione Ciclistica Italiana e della Basilicata e a tutti i giovani che grazie allo sport e alla bici, affrontano nuove sfide personali e sociali”.

 

Potenza, 8 febbraio 2020