Principio Attivo Teatro in I Giganti della Montagna Atto III

Eventi & Spettacoli

ODV Kairòs presenta:  Principio AttivoTeatro in I Giganti della Montagna Atto III

Regia di Giuseppe Semeraro, Sala Teatro Renata Fonte Via Paisiello a Ruffano , domenica 12 gennaio 2020 ore 20.00

I Giganti della montagna è un dramma incompiuto dello scrittore italiano Luigi Pirandello. Il primo atto aveva un titolo a sé: I fantasmi. Pubblicato in alcune riviste, fu rappresentato per la prima volta a Firenze, il 5 giugno 1937. Il secondo atto fu dato alle stampe dalla rivista Quadrante. L’opera rimase incompiuta a causa della morte del drammaturgo, avvenuta nel 1936. Il terzo atto, l’ultimo, non fu mai scritto, anche se il figlio di Pirandello, Stefano, ne tentò una ricostruzione: a quanto pare, il padre gliene avrebbe rivelata la struttura. Lo spettacolo è ispirato a I giganti della montagna, in particolare a quell’ultimo atto che non fu scritto. Se nel teatro Pirandelliano spesso assistiamo alle vicende di personaggi che reclamano un ruolo all’interno di un dramma teatrale, qui è invece un’intera compagnia, Opera Nazionale Combattenti, che chiede e si prende con forza un ruolo nel teatro stesso. Questo progetto non nasce come una riscrittura, né una reinterpretazione dell’opera, piuttosto una scrittura scenica originale di un atto mancante. E’ stata quella parte mancante, incompiuta che ha attirato l’interesse degli artisti sin da subito.

Con: Leone Marco Bartolo, Dario Cadei, Silvia Lodi, Otto Marco Mercante, Cristina Mileti, Giuseppe Semeraro

drammaturgia Valentina Diana

regia Giuseppe Semeraro

bande sonore e musiche Leone Marco Bartolo

Costo biglietto: 8 euro  Info e prenotazioni :  328.2233833 // 347.2485922

Odv Kairòs è un’associazione di volontariato con sede a Ruffano, impegnata  da anni sul territorio in attività di promozione sociale e culturale, soprattutto attraverso il teatro. L’associazione infatti, oltre alla rassegna, organizza laboratori teatrali rivolti a ogni fascia d’età avvalendosi di attori professionisti, in quanto ritiene il teatro uno strumento fondamentale di formazione e conoscenza.