Franzoso risponde sui rifiuti a Massafra

Politica & Diritti

MASSAFRA – Il consigliere regionale di Forza Italia Francesca Franzoso: “Non ha funzionato il maldestro tentativo di Emiliano di insabbiare la decisione di trasferire a Massafra i rifiuti organici di Brindisi”.

“Non ha funzionato il maldestro tentativo di Emiliano di insabbiare la decisione di trasferire a Massafra i rifiuti organici di Brindisi”. Ha risposto così il consigliere regionale di Forza Italia Francesca Franzoso alle note delle altre forze politiche: quella del consigliere regionale Michele Mazzarano, del sindaco di Massafra Fabrizio Quarto, del presidente del consiglio comunale di Massafra Maurizio Baccaro.

In queste note veniva accusata di una interpretazione sbagliata e speculativa della situazione e di creare inutile allarmismo nella cittadinanza.

“Centinaia di tonnellate di Forsu marciano da ieri, 5 agosto, verso la discarica Cisa – continua la Franzoso -, pronte ad invadere per tutta l’estate la provincia di Taranto. Ora il governatore spieghi ai cittadini dove dovrebbero fare rotta, se è vero, dopo lo stoccaggio a Massafra. Per ora sappiamo soltanto che una valanga di rifiuti prodotti a Brindisi sta per essere scaricata alle porte di Taranto per effetto di una disposizione urgente notificata da Ager Puglia a numerosi comuni di Brindisi”.

L’ordinanza Ager è inequivocabile e non lascia spazio alle millanterie politiche di qualche ventriloquo locale, come li definisce la Franzoso. Grandaliano ha notificato ai comuni di Mesagne, Cellino, Torchiarolo, San Donaci, San Vito dei Normanni, San Pietro Vernotico, Ostuni, Cisternino, Carovigno, oltre che a Cisa spa:

“Il conferimento dei flussi Forsu – riporta la nota dell’Ager – presso l’impianto di trasferenza ubicato in Massafra gestito dalla Cisa spa dal 05.08 al 29.09 per lo stoccaggio ed avvio a trattamento e recupero della Forsu”.

Poi aggiunge di rimandare “a successivi aggiornamenti sul conferimento dei quantitativi presso gli impianti di trattamento e recupero disponibili”.
Ad oggi, secondo il consigliere regionale di Forza Italia Francesca Franzoso, quello che i cittadini sanno, è che i rifiuti di Brindisi, per tutta l’estate entrano e stazionano Massafra. Sul futuro, poi, “buio pesto. La provincia di Taranto ancora una volta, grazie ad Emiliano, sarà immondezzaio di Puglia”.

Intanto sarà interesse della consigliera regionale quello di constatare il trattamento dei rifiuti in ingresso in queste ore a Massafra, nel corso del sopralluogo sull’impianto che avrebbe già richiesto. Sempre che la società voglia rispondere ed accordarle, quanto prima e nell’interesse dei cittadini, il permesso di entrare.

Si allega la delibera di Ager Puglia (Da Wikipedia):

Spieghiamo cosa sono le stazioni di trasferenza rifiuti:

La stazione di trasferenza è stata ideata per sopperire alla necessità di limitare in primis i costi di trasporto del rifiuto destinato ai centri di trattamento oppure alla discarica, ed in seconda battuta, per snellire le operazioni burocratiche e pratiche che fanno parte della gestione del rifiuto stesso (compilazione documenti di identificazione, pesatura, carico e scarico, movimentazione in sito).

Il risultato è quello di avere un unico punto, in cui convergono i mezzi preposti alla raccolta dei rifiuti (compattatori e veicoli satellite), operanti in un determinato bacino di utenza.

Avvenuto il trasferimento, il conferimento dei rifiuti alla discarica o agli impianti di trattamento avviene con mezzi idonei al trasporto con lunga percorrenza.

Di Pietro Dragone