Von Der Leyen eletta alla commissione Ue. Decisivi i cinque stelle

Diritti & Lavoro

DECISIVI I VOTI A SUO FAVORE DEI 14 EURODEPUTATI DEL M5S . DURA REAZIONE DELLA LEGA

La tedesca Ursula von der Leyen sarà la prima donna a presiedere la commissione Ue. Il Parlamento l’ha eletta con 383 voti a fronte di 327 contrari. Decisivi a suo favore sono stati i 14 eurodeputati del M5S. Dura la reazione della Lega: “E’ gravissimo il voto europeo: Von der Leyen passa grazie all’asse Merkel, Macron, Renzi, 5stelle”, afferma in una nota. A Berlino, secondo i media, sara’ la leader della Cdu tedesca Annegret Kramp-Karrenbauer a prendere il posto di Ursula von der Leyen come ministro della Difesa. A Parigi altra sostituzione, ma per motivi diversi: Elisabeth Borne sara’ ministra dell’ Ecologia in sostituzione del dimissionario Francois De Rugydia, travolto dallo ‘scandalo delle aragoste’.

Ursula von der Leyen passa la prova del Parlamento europeo e viene eletta presidente della Commissione per i prossimi cinque anni, ma con una manciata di voti di scarto e grazie all’apporto di due forze estranee al recinto europeista, il M5s e i Conservatori polacchi del PiS. La candidata tedesca, si ritrova a passare con appena 383 a favore, 327 contro, 22 astenuti. Ed esce inevitabilmente indebolita dal test di Strasburgo.

“Abbiamo un buon punto di partenza nel Parlamento”: lo ha detto Ursula  von der Leyen , neo-presidente della Commissione Ue, durante una conferenza stampa a Strasburgo dopo la fiducia ottenuta dall’Europarlamento.  von der Leyen  ha ringraziato chi l’ha aiutata in queste due settimane, perche’, ha detto, “ho avuto solo due settimane per presentare le linee guida del mio programma per i prossimi cinque anni e ottenere la fiducia dei membri del parlamento”. La neo-presidente della Commissione ha continuato: “Voglio portare l’Europa verso un continente neutro climaticamente, forte economicamente, digitale, che aiuta i cittadini e piu’ democratico”.  von der Leyen  ha poi chiesto al Consiglio europeo di lavorare per avere “i migliori commissari possibili e con lo stesso numero di uomini e donne all’interno della Commissione” per formare una squadra che lavori seriamente sul programma. “Domani – ha concluso la nuova presidente della Commissione – saro’ in Germania per salutare il mio governo e la mia troupe e passare l’estate a Bruxelles”.

C’e’ molto lavoro da fare in questa legislatura ed e’ importante che la neo eletta presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, abbia parlato di una conferenza intergovernativa. Lo ha detto il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, dopo la conferenza stampa von der Leyen. “Il Parlamento ha iniziato un percorso. Oggi e’ stata eletta la candidata a formare la Commissione. Da parte di von der Leyen c’e’ stato l’accoglimento di molte delle priorita’ del Parlamento: rafforzare il potere di iniziativa del Parlamento. Questo a noi fa molto piacere, lo aspettavamo da tempo, lo aspettavano tutti i gruppi politici, perche’ un Parlamento piu’ forte e’ un Parlamento che da’ voce ai cittadini”, ha detto. “E siccome abbiamo necessita’ di iniziare una stagione e una legislatura di cambiamento, questo e’ un buon segnale molto apprezzato dai parlamentari, ha aggiunto.

“L’elezione di Ursula von der Leyer alla Presidenza della Commissione europea è un fatto positivo che evita una difficile crisi istituzionale e consente l’avvio della legislatura sulla base di impegni ambiziosi di rilancio e cambiamento dell’Europa nella direzione della crescita, della solidarietà e della democrazia. L’impegno del Pd e dei Socialisti e Democratici europei in questo difficile negoziato ha garantito la definizione di un programma che prevede obiettivi ambiziosi su clima, flessibilità di bilancio, misure sociali, corridoi umanitari, rafforzamento della democrazia europea e su un nuovo patto sulla migrazione e l’asilo. Ora ci impegneremo con determinazione per la realizzazione di questi impegni e saremo vigili ed esigenti. In questo passaggio il Governo italiano è stato debole e diviso. La Lega prima ha impedito l’elezione di Frans Timmermans e poi ha votato contro Ursula von Der Leyen, confermando la sua irrilevanza sul piano europeo”. Lo hanno dichiarato gli eurodeputati Pd.

Le donne sono molto spesso piu’ acute degli uomini. Cosi’ l’eurodeputato Silvio Berlusconi ha risposto a una domanda sul fatto che Ursula vonder Leyen sia la prima presidente donna della Commissione europea. “Le donne in generale saranno contente perche’ finalmente c’e’ la parita’ dei generi. Io ho sempre stimato molto le donne, a cui ho sempre portato un grande rispetto. Invece mi hanno caricato di calunnie e accuse al riguardo che sono lontanissime da come sono io”, ha aggiunto. “Ho sempre apprezzato molto le donne sia nelle mie aziende sia nei governi che ho formato, che sono stati governi con il numero di signore piu’ alto rispetto a tutti governi precedenti”, ha proseguito. “Le donne sono piu’ brave di noi uomini a scuola, all’universita’, sono piu’ responsabili sul lavoro e molto spesso sono piu’ acute di noi. Hanno un istinto che le porta a trovare la soluzione giusta, direi quasi di getto, mentre noi abbiamo bisogno di lunghe elucubrazioni mentali prima di arrivarci. Quindi complimenti alle signore”, ha concluso Berlusconi.