Telesoccorso : Che cos’è un allarme di emergenza personale?

Benessere & Medicina

Che significa telesoccorso?
Il telesoccorso è un servizio socio-sanitario che favorisce la domiciliarità e consente alle persone che si trovano in uno stato di disagio, ed ai loro familiari, di continuare a vivere serenamente ed in sicurezza presso la propria abitazione.
È un servizio rivolto principalmente alle persone anziane, ai portatori di handicap, a chi vive solo o in stato di isolamento.
Il servizio prevede il lancio di un allarme in caso di bisogno tramite la pressione di un comodo telecomando. L’allarme può essere indirizzato a strutture specializzate (centrali di telesoccorso) o direttamente ai familiari. Il servizio collegato a strutture professionali garantisce una migliore qualità del servizio e una gestione delle problematiche lagate agli allarmicon procedure standardizzate e quindi minimizzando il rischio di errore di classificazione degli allarmi.

Da Wikipedia

Come funziona il Telesoccorso?
Grazie alla pressione su un semplice telecomando, da portare sempre con sé e costantemente collegato all’apparecchio di Telesoccorso dotato di tecnologia viva-voce, sarà possibile lanciare un segnale dall’allarme direttamente alla nostra Centrale operativa. Da lì, l’Operatore di Centrale attiva immediatamente il primo intervento di soccorso, così da assicurare una adeguata assistenza sul posto (118, Vigili del Fuoco, Polizia o parenti e amici). I nostri operatori non perdono mai il contatto con la persona in difficoltà, così da fornire sostegno emotivo e verificare che la richiesta di aiuto sia presa in carico nel più breve tempo possibile.
• Si collega facilmente al telefono di casa
• Ciascun utente ha un codice specifico per identificare immediatamente chi ha inviato l’allarme

Telesoccorso : un allarme di emergenza personale !
Il telesoccorso sono allarmi di emergenza personale. Se una persona è a maggior rischio, può considerare un allarme di emergenza personale. spesso usato anche per monitorare le persone anziane che vivono da sole.

Come funziona ? 

Abbiamo chiesto a Fenicia Cicerelli, Amministratore delegato della azienda pugliese di telesoccorso ‘ALISER’ ,  http://www.alisersrl.com/telesoccorso/, come hanno organizzato il loro servizio di telesoccorso.

L’attività di Telesoccorso  dell’Aliser consente attraverso la C.O. di erogazione:

  • la Gestione degli Alert provenienti dai dispositivi installati presso i domicili degli utenti;
  • la Gestione della valutazione di primo livello dell’evento erogata dal personale della C.O.;
  • la Gestione degli Alert verso soggetti esterni (MMG/PLS, Pronto Soccorso, Unità 118, Forze dell’ordine deputate al primo intervento 112, 115, 113, Vigili Urbani etc.);
  • la Registrazione degli Eventi;
  • la Registrazione degli Esiti;
  • la Gestione dei Dispositivi ed attività connesse (es. manutenzione, monitoraggio remoto del funzionamento etc.).

Nello specifico i dispositivi di telesoccorso ed il modulo centrale installati presso il domicilio del paziente, sono in grado di rilevare il verificarsi di una situazione di emergenza e di inoltrarla alla C.O. attraverso un sistema di chiamata gratuito che utilizza la rete fissa o GSM. Recepito l’alert in C.O. l’Operatore di Centrale (O.C.) attraverso il dispositivo di VIVA VOCE, entra in contatto con l’utente, ne verifica la capacità collaborativa e l’effettivo fabbisogno come:

  • emergenza sanitaria,
  • emergenza sicurezza.

Ogni richiesta di intervento attiva un protocollo fisso e prestabilito che consente all’ O.C. di innescare un meccanismo a cascata di il corretto avvio dei soccorritori istituzionali (Unità 118, Forze dell’ordine di primo intervento 112, 115, 113, Vigili Urbani, MMG/PLS). A supporto dell’attività dell’ O.C., viene visualizzata sui monitor la scheda utente contenente tutte le informazioni ad esso riferite dati anagrafici, patologie e terapie, referenti rete primaria, referenti rete secondaria, logistica dell’abitazione. L’operazione chiusura allarme memorizza sul sistema tutte le fasi operative effettuate contrassegnandole con data e ora che andranno ad implementare la reportistica dell’utente. La C.O. è dotata di un sistema di elevata autonomia, che assicura la continuità del funzionamento anche in caso di mancata fornitura di energia elettrica. L’attività di verifica, manutenzione e riparazione dei terminali dei dispositivi, dei telecomandi avviene col sistema di AUTODIAGNOSI. Con periodicità settimanale il terminale invia un segnale di “autotest” muto su un numero verde gratuito. Il software appositamente sviluppato identifica gli allarmi ricevuti e rileva eventuali anomalie in automatico. Attraverso questa procedura, la C.O. è in grado di porre rimedio rapidamente a malfunzionamenti; i tecnici manutentori potranno intervenire sia DA REMOTO: la C.O. consente di intervenire sul software interno del terminale per apportare le modifiche alla programmazione dello stesso sia ONSITE in rare occasioni è necessario l’intervento del tecnico che provvede alla sostituzione del terminale entro 2 giorni. In caso di guasto del terminale, viene intensificata l’attività di telecontrollo al fine di monitorare lo stato fisico e psicologico dell’utente. L’installazione ed attivazione degli utenti viene assicurata entro max 3 giorni lavorativi dalla data di comunicazione da parte dei Servizi Sociali.