Galatone c’è “Aria di Festa”: in onore del SS. Crocifisso della Pietà

Politica & Diritti

carro di sant’elena ph. Skakkomatto

Dal 2 al 4 Maggio Francesco Baccini in concerto il 4 maggio

Tornano a Galatone le celebrazioni in onore del Santissimo Crocifisso della Pietà, una delle feste patronali più sentite del Salento. Dal 2 al 4 maggio la cittadina sarà coinvolta da numerose iniziative tra tradizione, riti, folclore e spettacolo.

Il Comitato Feste, presieduto da Luigi Greco, per questa edizione 2019 ha lavorato in sinergia con PugliArmonica, l’associazione che punta a preservare la memoria delle feste patronali: elementi innovativi e recupero della tradizione rilanceranno la festa in cui tutti i cittadini si riconoscono, scrigno di antiche tradizioni, devozioni, suoni, colori e profumi.

Una festa lunga tre giorni che coinvolge tutti i cittadini e attira molti visitatori e turisti. La festa detta “ti lu panieri” – un modo per indicare tutti quegli aspetti tipici delle feste di paese, fiera mercato, luminarie, banda, etc. – conserva oggi tutte le sue tradizioni, tra le quali torna quest’anno quella dedicata ai fuochi pirotecnici diurni messa in pausa per quindici anni. Il 3 maggio, infatti, alle 13 prende vita il Grandioso Fuoco Diurno a cura della ditta Senatore Carmine da Cava dei Tirreni (Salerno) e alle 24 la tanto attesa gara pirotecnica che vedrà protagonisti la ditta salernitana Senatore Carmine e Angelo Mega di Scorrano (Lecce). I fuochi saranno sparati da Contrada Piru e visibili in tutta la città.

Concerti bandistici, luminarie spettacolari, live musicali si inseriranno perfettamente nei programmi religiosi così che la festa possa essere vissuta da tutta la famiglia. A rendere magica e suggestiva l’atmosfera delle vie del centro saranno gli allestimenti di luminarie a cura di Marianolight di Corigliano d’Otranto.

Attesissimo il 4 maggio il concerto del celebre cantautore genovese Francesco Baccini, che ha portato al successo brani come “Sotto questo sole”, “Ho voglia di innamorarmi”, “Lei sta con te”, alle 21 in piazza Sebastiano. La stessa piazza ospiterà il 3 maggio, sempre alle 21, i “TVCOLOR trash’n roll”, un party fuori dagli schemi con il meglio della musica anni Settanta e Ottanta.

Un appuntamento molto atteso anticipa la festa: grazie a una speciale partnership con PugliArmonica e Marianolight, Koreja mette in scena il 28 aprile alle 21 al Teatro di Galatone (orario) uno spettacolo speciale dal titolo “L’abito della festa”, quattro racconti cuciti a voce e sassofono, scritto da Giulia Maria Falzea, con Riccardo Lanzarone, musiche dal vivo di Giovanni Chirico, consulenza artistica di Salvatore Tramacere.

L’atmosfera unica delle feste patronali è definita soprattutto dai concerti bandistici nella tradizionale Cassa Armonica che si trova in piazza Costadura: il 2 maggio gran concerto bandistico Città di Francavilla Fontana diretto dal Maestro Ermir Krantja; il 3 maggio Città di San Giorgio Jonico diretto dal Maestro Rocco Lacanfora e Città di Conversano diretto dal Maestro Angelo Schirinzi; il 4 maggio concerto della banda della Città di Castellana Grotte diretto dal Maestro Grazia Donateo.

(I concerti si tengono tutto il giorno dal mattino alla tarda notte con pausa negli orari del pranzo).

Il programma religioso prevede mercoledì 1 maggio la benedizione della città con la reliquia della Santa Croce e l’apertura ufficiale dei festeggiamenti. Il 2 maggio, dalle 14, sarà esposto il Sacro Legno della Croce, alle 20 poi via alla processione per le vie cittadine. Venerdì 3 maggio sarà alle 10.30 il vescovo Sua Eccellenza Mons. Fernando Filograna a presiedere la santa messa solenne.

Per l’intera durata degli eventi si terrà l’XI edizione dell’“Infiorata ti lu panieri”nell’Atrio del Palazzo Marchesale in piazza Crocifisso, con una incantevole esposizione di fiori e piante decorative, organizzata da Infioritalia e associazione Caledda.

Il 4 maggio alle 16 per le vie della città sfilerà il tradizionale Carro di Sant’Elena che celebra il trionfo della primavera e la ripresa delle attività agricole e legata al ritrovamento della Croce scoperta da Elena, madre di Costantino.

Tutti coloro che parteciperanno alla festa e vorranno scattare delle foto, potranno condividerle sui social network utilizzando gli hashtag ufficiali #ariadifesta e #sscrocifisso 2019 e partecipare al concorso che premierà le tre foto più belle con un ringraziamento speciale su un manifesto alla fine dei riti.