Home Cronaca “No al processo”, la mossa di Salvini sul caso Diciotti

“No al processo”, la mossa di Salvini sul caso Diciotti

Italian Deputy Premier and Interior Minister, Matteo Salvini, attends a press conference after a Cabinet at Chigi Palace in Rome, Italy, 17 January 2019. ANSA/RICCARDO ANTIMIANI
L’autorizzazione a procedere sul caso Diciotti “debba essere negata”. Questo perché la decisione sulla nave Diciotti è stata presa “nell’interesse pubblico”. Così il vicepremier Matteo Salvini in una lettera aperta al ‘Corriere della Sera’. “La mia vicenda giudiziaria è strettamente legata all’attività di ministro dell’Interno e alla ferma volontà di mantenere gli impegni della campagna elettorale” sottolinea il leader del Carroccio aggiungendo che non si tratta quindi “di un potenziale reato commesso da privato cittadino o da leader di partito”.

“Non intendo sottrarmi al giudizio”, aggiunge affermando che è “il governo italiano, quindi non Matteo Salvini personalmente” ad aver “agito al fine di verificare la possibilità di un’equa ripartizione tra i Paesi dell’Ue degli immigrati a bordo della nave Diciotti”. “In conclusione, non rinnego nulla e non fuggo dalle mie responsabilità di ministro. Sono convinto di aver agito sempre nell’interesse superiore del Paese e nel pieno rispetto del mio mandato. Rifarei tutto. E non mollo”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui