Principale Politica Diritti & Lavoro Informati e vaccinati incontro – dibattito

Informati e vaccinati incontro – dibattito

 LOCOROTONDO – Venerdi 6 Luglio alle ore 18,30, presso la Sala “Don Lino Palmisano” Villa Mitolo situatata in Locorotondo (Ba), si terrà un incontro-dibattito sul tema vaccini dal titolo “Informati e Vaccinati. Cosa sono, come funzionano e quanto sono sicuri i vaccini”.

Interverranno illustri ospiti quali il prof. Pier Luigi Lopaloco, professore ordinario di igiene e medicina preventiva presso l’Università degli Studi di Pisa e il prof. Nicola Laforgia, direttore dell’U.O.C. di Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale presso l’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”.

Nel corso della manifestazione verrà presentato il libro “Informati e vaccinati. Cosa sono, come funzionano e quanto sono sicuri i vaccini”, a cura del prof. Pier Luigi Lopalco edito da Carocci Editore.

L’evento è organizzato dalla Dott.ssa Tiziana Palmisano e dall’Ass. di Promozione Sociale “La Medicina in uno Scatto”, nella persona del Presidente Domenico Posa, sotto l’egida del Comune di Locorotondo.

L’evento è patrocinato dall’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri della Provincia di Bari, dall’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, dall’ASL di Bari, dalla Federazione Italiana Medicina di Medicina Generale – FIMMG, dalla Società Italiana di Igiene e Medicina Preventiva – Sezione Puglia, dalla Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale, dal CICAP Sezione Puglia, dall’Associazione IoVaccino, dall’Associazione Neomamme, dalla Rete Informazione Vaccini  – RIV.

Lo scopo della manifestazione è sensibilizzare la cittadinanza a tematiche di salute pubblica e fare corretta informazione in merito alle vaccinazioni, rispondendo alle più comuni perplessità spesso frutto di una cattiva comunicazione.

“L’obiettivo è quello di dare spazio alle posizioni della scienza – commenta la dottoressa Tiziana Palmisano -, riconoscendo ai medici un ruolo centrale rispetto a questioni essenziali che riguardano la salute e, quindi, la vita di tutti noi”.

 

 

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.