Circolo Sinistra Italiana Lizzano su LSU

Politica & Diritti

La vicenda dei Lavoratori Socialmente Utili del Comune di Lizzano, finalmente dopo 22 anni, può arrivare ad una logica e giusta conclusione.
La Giunta comunale, di cui noi facciamo parte e la maggioranza del Consiglio che vede la presenza dei nostri due consiglieri comunali, può chiedere il contributo alla Regione Puglia previsto dalla delibera per la stabilizzazione dei lavoratori.
Nello specifico, il Ministero ha annunciato che le somme non spese entro lo scorso 31 marzo saranno riassegnate alle Regioni. A tali somme, inoltre, andranno a sommarsi gli stanziamenti residui per gli anni 2012, 2013, 2014, 2015 e 2017. L’intervento annunciato prevede un’assegnazione pro capite pari a circa 9300euro per ciascun lavoratore socialmente utile ancora in carico, per 4 anni. Il Ministero ha poi previsto il riconoscimento, anche per i lavoratori stabilizzati tra il 2017 e il 2018, di un’integrazione qualora l’incentivo riconosciuto sia stato inferiore alla somma attualmente prevista.
Finalmente questa delibera può essere utilizzata dal nostro Comune per stabilizzare gli LSU lizzanesi.
La politica partecipata, in questo caso può così compiere un processo di stabilizzazione che dura da troppi anni nella pubblica amministrazione e che ha negato in tutto questo tempo ad una categoria di lavoratori i diritti e il giusto riconoscimento per il lavoro svolto e mal retribuito e senza certezze nel futuro.
Chiediamo al Sindaco di avviare questo processo virtuoso e ci piacerebbe insieme a lei e tutta la maggioranza poter discutere di tutte le iniziative positive che potremmo intraprendere per il nostro comune. Per questo motivo, nei giorni scorsi, abbiamo chiesto ufficialmente una riunione di maggioranza per poter cominciare a pianificare interventi utili alla nostra comunità come l’attuazione della suddetta delibera.
Vorremmo un luogo politico dove poterci confrontare e poter discutere e prendere decisioni comuni e condivise senza dover essere sempre presi dall’emergenza e dall’urgenza per poi dover correre alle giunte annunciate all’ultimo minuto.
Comprendiamo le difficoltà a cui è sottoposta l’amministrazione a causa del grosso lavoro da svolgere per recuperare i tanti disastri lasciati dalle amministrazioni passate, ma riteniamo che dopo due mesi dalle elezioni e dalla vittoria del Sindaco D’Oria che ha riaperto le speranze di cambiamento del nostro comune non si possa continuare ad attendere.
Auspichiamo l’inizio di un metodo concertativo di condivisione degli obiettivi da realizzare,
non ci è mai piaciuta la logica dell’uomo solo o della donna sola al comando, ci convince invece quella della collegialità, del confronto e delle scelte partecipate anche con la popolazione.
Quindi torniamo a chiedere il confronto nella collegialità della maggioranza. Pensiamo che queste riunioni possano servire a tenere al centro i problemi del paese con un processo democratico di condivisione con i cittadini e con le forze politiche che hanno costruito questa maggioranza.

Circolo Sinistra Italiana Lizzano