Avanti per rinnovare

Politica & Diritti

Certamente abbiamo le nostre idee. Ma non ci siamo mai illusi che siano le migliori. Però, il Paese proprio delle “migliori” avrebbe bisogno per uscire da una situazione, francamente, incoerente. Ora, pur non essendo nostro costume fare delle anticipazioni, ci sentiamo, però, nella condizione d’esprimere un’opinione.

Ora ci vuole chiarezza. Chiarezza per evitare, in tempo, altri errori. Partendo dal presupposto che la “rotta”politica potrebbe mutare proprio strada facendo. Il fine resta la governabilità. Il “colore” non conta. Meglio evitare altre intromissioni. Andare avanti nell’incertezza non giova a nessuno. Per ridare fiducia al Popolo italiano sarebbe necessario un Potere Esecutivo che non sia di compromesso. Premessa, per ora, impossibile.

Sentiamo la mancanza di “normalità”. Quella normalità che da troppo tempo ci manca. Non ci sono più baluardi da difendere. Se d’aspetti sfavorevoli si deve scrivere, si faccia con cognizione di causa. Non ci sono le condizioni per sopportare altri “bisticci” di bottega e affrontare le beghe di Palazzo con accordi che hanno dell’assurdo. Non siamo “profeti”, né ci sentiamo in grado d’esprimere valutazioni precipitose. Ma ciò che sta capitando ci lascia perplessi.

Senza un timoniere valido e una rotta prestabilita, la nave Italia non approderà da nessuna parte. In un Paese dove l’incertezza è abitudine e il dialogo figlio dell’adattamento, non ha senso un progetto politico di compromesso e con un’opposizione manipolata e, oggettivamente, disincentivata.

Giorgio Brignola