Celebrata a Gravina in Puglia, la 70a Giornata del Ringraziamento

Tutto nel rispetto delle norme anti-Covid 19, con la partecipazione dei fedeli delle buone tradizioni,   coordinati da Franco Nacucchi, Presidente dell’associazione 3P, che annualmente , coinvolge produttori agricoli e consumatori , fra cui abitanti della contrada Murgetta, per rendere grazie a Dio dei frutti della terra, per difendere i produttori agricoli e tutelare i consumatori, per un mangiare sano e genuino.

La S. Messa, nella Parrocchia dei Santi Pietro e Paolo di Gravina, è stata presieduta dal Parroco , don Renato  De Souza, con la collaborazione del Vice Parroco don Paolo e dei vari collaboratori, che ha evidenziato il messaggio dei Vescovi della CEI, per la Giornata Nazionale del Ringraziamento 2020, ” L’acqua, benedizione della terra”.

In molti modi, Dio benedice la nostra terra, ma quando lo ringraziamo per i suoi doni, l’acqua sta al primo posto : ” Dalle tue dimore tu irrighi i monti, e con il frutto delle tue opere si sazia la terra”

L’acqua purifica: lo evidenzia il gesto del lavarsi le mani, cui continuamente siamo stati richiamati nel tempo della pandemia; L’acqua è al contempo realtà vivificante, che rende possibile l’esistenza delle creature. Due dimensioni che per la fede cristiana vengono assunte ed espresse sul piano sacramentale nel Battesimo: esso purifica l’esistenza credente e la rigenera ad una nuova forma. L’ acqua è vita.

Papa Francesco, nell’esortazione apostolica post sinodale Querida Amazonia descrive con linguaggio poetico ” un sogno fatto di acqua ” proponendo uno sguardo contemplativo sulla realtà:” In Amazonia, l’acqua è la regina, i fiumi e i ruscelli sono come vene, e ogni forma di vita origina da essa.

Quando l’acqua manca, è la vita a soffrirne. Lo sa bene chi ha sperimentato la sete per sè o per i propri cari. Lo sa bene lo stesso mondo dell’agricoltura, che da sempre guarda alla siccità come una minaccia tra le più gravi.

Ha concluso il Parroco don Renato, precisando, nella situazione odierna, la Chiesa italiana desidera in primo luogo esprimere la propria vicinanza ai produttori agricoli, sapendo che dal loro generoso lavoro dipende in misura determinante il benessere della popolazione.

Dopo la recita delle preghiere dei fedeli, da parte di Franco Nacucchi, in particolare ” Perchè il seme che il lavoratore dei campi ha affidato alla terra fruttifichi e produca un raccolto abbondante e non manchi a nessuno il pane quotidiano” , dopo aver ricordato i cari defunti, agricoltori e lavoratori della terra, si è proceduto alla presentazione dei prodotti , durante l’offertorio, donati per la Caritas, dei prodotti agroalimentari , confezionati all’italiana, prodotti di colore bianco: latte, pane, farina, semola; prodotti di colore verde: Olio, zucchine; di colore rosso: Vino , salsa, pomodori, peperoni, ecc..,per evidenziare l’importanza della  tutela dei prodotti ” made in Italy”  con la partecipazione  all’offertorio anche della vice sindaco del comune di Gravina, Avv. Maria Nicola Matera, l’assessore Giuseppe Laico, la neo assessora Avv. Anna Gramegna, rappresentanti delle forze dell’ordine, rappresentanti della contrada Murgetta.

La Prof.ssa Maria Carmela Dibattista, ha presentato al Parroco don Renato, la lattina di olio di Pace ” BARGOlio” in armonia con la pagina di Vangelo sulle lampade che non devono mai restare senza olio .

Comments are closed.