Principale Politica La lezione dalla democrazia britannica

La lezione dalla democrazia britannica

https://www.open.online/2024/07/05/gran-bretagna-elezioni-risultati-labour-tories-farage/

Le turbolenze che caratterizzano il periodo, (tra cui seri problemi di salute che ci riportano alla centralità della scienza medica e della salute come valore primo) non hanno impedito alla Gran Bretagna di dare un esempio di Democrazia.
.
Nei modi e nella sostanza, dopo le dimissioni di due primi ministri per inadeguatezze ed errori anche veniali, dopo la sconfitta alle elezioni anticipate dei Conservatori, la cerimonia del passaggio dei Poteri, ci ha rassicurato sulla Democrazia inglese, con l’auspicio che si riesca ad imparare da questa grande lezione anche negli altri teatri di transizione di qua e di là dell’Atlantico https://www.corrierenazionale.net/2024/07/04/un-quattro-luglio-per-rilanciare-indipendenza-sogno-americano-e-leadership/

Oltre ai capricci e ai deliri di potenza umani, che minacciano gli equilibri sociali e istituzionali e la tenuta di società sempre più ricche e fortunate, siamo alle prese con i capricci del Clima (locale e Cosmico) che ci attaccano ovunque, portando via case, strade e vite.

Per questi motivi, sarà di grande importanza consolidare gli Stati e le Istituzioni scientifiche nelle loro Mission superiori di servizio alla Società, allo sviluppo della ricchezza collettiva e del benessere umano, possibilmente andando oltre le rendite e le speculazioni sull’altare degli indici di borsa, ricalibrando le politiche sanitarie e ambientali sulla base degli sviluppi scientifici reali e possibilmente indipendenti (magari finanziando la ricerca pubblica avanzata in modo adeguato)
https://www.progetto-radici.it/2024/06/09/politica-e-scienza-della-salute-nellelection-day-europeo/

C’è bisogno di grande Politica e di grande Scienza, se vogliamo consolidare i giganteschi progressi che si sono realizzati negli ultimi due secoli,rilanciando il Cittadino Sovrano, azionista dello Stato, che opera per migliorare continuamente i processi sociali industriali e scientifici, anche e non solo nelle elezioni selezionando leadership capaci di coltivare il bene comune ed equilibri più avanzati nei Paesi e nel Villaggio Globale, memori della lezione del gesuita del Seicento Baltasar Gracian, consigliere del principe di Spagna, a cui ricordava che lo splendore dei Principi veniva dalla grandezza dei suoi Ministri e oggi potremmo dire dalla integrità e dalle capacità dei loro Consiglieri. e dell’amministrazione dello Stato.

Vincenzo Valenzi

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

CAPTCHA ImageChange Image

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.