Principale Arte, Cultura & Società Storia di un’ossessione

Storia di un’ossessione

La quarantenne Inés (Alexandra Jiménez) tenta di suicidarsi tuffandosi in mare, ma viene salvata da Hugo (Fernando Lindez), un ragazzo molto più giovane di lei di cui si innamora ossessivamente.
Questo l’incipit di Escándalo – Storia di un’ossessione, serie di Telecinco, i cui due primi episodi sono visibili su Mediaset Infinity dal 3 Novembre.
1° episodio
42 anni lei, 15 anni lui.
Una passione scoppiata una notte di fine estate, dopo che lui l’ha salvata da un tentativo di suicidio.
Miriam Catania, Simone D’Andrea, Domitilla D’Amico quando io ero adolescente doppiavano protagonisti adolescenti di film e serie TV. Ora doppiano la protagonista 42enne e personaggi secondari.
Abbiamo raggiunto un’età matura.
E mi attraggono le persone più giovani.
– Eri troppo felice, l’emozione ti ha sopraffatta.
– Io mi emoziono sempre troppo.
I ricatti emotivi del marito, la maleducazione della figlia…
– Sei in ritardo di vent’anni.
Empatizzo tantissimo con il personaggio di Inés.
Meravigliosa la scena in cui cammina sulle orme, più grandi delle sue, che un uomo ha lasciato sul bagnasciuga.
– Senza sangue non si piange.
Le parole della madre di Inés riecheggiano nella quotidianità di una donna in balia della dipendenza emotiva.
– Chi si prenderà cura di te?
– Me la sono sempre cavata da sola.
– Non fa bene all’uomo stare solo.
– Sei una donna sfortunata, perché hai voluto bene a persone che non erano all’altezza di volertene.
– Parli come un gentiluomo.
– Leggo molto e ho un quid di 130.
– Potrei andare in prigione per questo.
– E io all’inferno. Secondo mio padre sono a buon punto.
Un episodio pilota che ha saputo tenermi incollatə allo schermo, grazie al magnetismo di Alexandra Jiménez, al talento del topmodel, protagonista della settima stagione di Élite Fernando Lindez e alla presenza di volti familiari, interpreti de Il Segreto e di Acacias 38, soap opera cui Escándalo condivide la creatrice, Aurora Guerra.
2° episodio
– Il nostro corpo è un tempio.
– Ricordarmi di te è l’unica cosa che non mi fa impazzire.
– Se non sai di cosa parli, meglio stare zitta.
Questa serie esplora la tossicità delle relazioni e gli effetti del patriarcato nella quotidianità delle famiglie altoborghesi di una Europa luccicante.
– Voglio fare l’amore con te in questo letto.
– Stupendo. Non ti viene in mente qualcosa di più complicato?
– Inventati come farlo.
Ci inventiamo sempre qualcosa per esaudire i desideri di chi amiamo.
Questo facciamo noi, persone usate e buttate via, fragili e forti, che ci rompiamo in mille pezzi e ci rimettiamo in piedi, sempre.
– Se tu non avessi 15 anni, metterei in moto e ce ne andremmo per sempre via da qui.
– Se non avessi 15 anni, non dovremmo andare via da qui.

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

CAPTCHA ImageChange Image

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.