Principale Politica Autonomie locali Pulsano (Ta) – C’è la consulta per i disabili ma è polemica...

Pulsano (Ta) – C’è la consulta per i disabili ma è polemica politica

Riceviamo e pubblichiamo

Disabili, approvato in commissione consiliare il nuovo regolamento della consulta del Comune di Pulsano: polemica delle opposizioni (ma non tutte). Dopo 4 anni di attesa è stato approvato il parere consultivo.

Spaccatura nella opposizione; Terra mia vota con la maggioranza e Di Lena vota contro nonostante sia stato lui a proporla sin dall’inizio.

La quarta commissione servizi sociali presieduta dal Presidente Angelo Di Lena ha approvato il nuovo regolamento della consulta del Comune Di Pulsano

Uno dei punti su cui si è discusso questa mattina maggiormente in sede di approvazione è quello relativo alla rappresentatività all’interno della consulta: secondo il regolamento approvato si è deciso di far partecipare solo associazioni e cooperative locali, mentre DI LENA è dell’avviso opposto, estendendo la partecipazione anche fuori Pulsano – TA con lo scopo di dare rappresentanza a migliaia di utenti dei servizi comunali soprattutto perché il nostro è un comune rivierasco.

Il regolamento approvato in data odierna, invece, ammette all’interno della consulta cittadina solo le associazioni e le cooperative di Pulsano:

“Sarebbe stato più giusto approvare il mio emendamento – afferma il Consigliere Angelo Di Lena – aprendo all’ esterno, soprattutto per evitare faziosità.

Avevo presentato un emendamento che avrebbe consentito a tutti i cittadini di essere rappresentanti nella consulta della disabilità.

Ogni persona avrebbe potuto esprimersi – indipendentemente dalla residenza- con il proprio voto e ogni associazione avrebbe avuto la sua rappresentanza”.

“Prendo atto, invece – prosegue il presidente Di Lena -, della chiusura al mio emendamento anche da parte di una parte della opposizione ovvero Terra mia nella persona del consigliere Vergallo : in questa maniera i singoli avranno accesso alla consulta e non le associazioni o cooperative fuori dal perimetro di Pulsano, ed è davvero un non senso perché non vige per questa materia il principio territoriale.

Col mio intervento avremmo trovato il giusto equilibrio tra le voci dei singoli e quella delle associazioni”.

” Inoltre, si dà il via libera a un regolamento con il quale si limita anche il numero dei componenti oltre al fatto che manca una commissione di valutazione delle istanze.

Pulsano non rispetta la buona norma che pone nella stessa entità, controllore e controllato”.

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

CAPTCHA ImageChange Image

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.