Principale Cronaca Pulsano: notizie dal Titanic (consiglio comunale)

Pulsano: notizie dal Titanic (consiglio comunale)

Ieri sera si è tenuto il primo consiglio comunale di Pulsano.

Si è tenuto esattamente come da me indicato nella sala del castello De Falconibus a riprova che a prescindere dalle condizioni metereologiche, che non erano impeditive, sicuramente la convocazione all’aperto era illegittima. Si, SALA APPUNTO, perché l’art. 23 del regolamento Comunale parla solo ed esclusivamente di sala, mai di piazza.

Il Gruppo consiliare Terra Mia, composto dalla consigliera Antonella Demarco e dal consigliere Franco Vergallo, ha chiesto ed ottenuto un minuto di silenzio per il femminicidio della povera Giulia, incinta di sette mesi, con l’auspicio che l’amministrazione ponga in essere azioni concrete per il contrasto alla violenza di genere.

Espletate le formalità dei punti all’ordine del giorno quel che ne viene fuori è una estrema debolezza delle azioni e progetti a realizzarsi nell’arco del quinquennio.

Le linee programmatiche presentate altro non sono che una rappresentazione dell’ordinaria amministrazione, atto dovuto che pure un commissario può svolgere, con una cospicua continuità con l’operato della giunta Lupoli.

E qui i nostri amministratori sono stati invitati all’onestà intellettuale di ammettere che dal centro diurno per minori allo scuolabus, dal canile comunale  al centro di raccolta sulla litoranea, dalla classe primavera al campo sportivo comunale ( solo per citarne alcuni) di fatto l’amministrazione camperà solamente di rendita per i prossimi anni.

Ma la cosa più aberrate dal punto di vista politico non è solo che manca una “visione propria e organica del territorio” ma che la maggioranza dice di poter fare solo “ordinaria amministrazione” ( si lo hanno proprio detto) perché  hanno ereditato dal passato uno “disastro”. Disastro che quindi tenendo conto dei nomi di giunta sarebbe stato causato dalla vice sindaca D’Alfonso, sorella del nostro sindaco, e non molto più in la nel tempo da Sergio Annese e Antonella Lippolis presenti nelle passate amministrazioni. Insomma una auto accusa palese.

Si è anche assistito alla estrema inesperienza. Il consigliere D’Amato , con delega al PNRR non sa che le dotazioni ministeriali di personale FT e FA sono gratuite per il Comune, non si rende conto che 5 bandi vinti sono pochissima cosa ( solo quelli del comparto efficientamento telematico dell’ente erano 5 ); il Sindaco confonde il Volontario cittadino attivo e i patti di comunità attraverso il CSV con le associazioni iscritte al RUNTS .

Per non parlare di scatti di estremo nervosismo dinanzi alle doverose critiche tali da rasentare un comportamento antidemocratico e poco rispettoso, come quello del Sindaco che durante la replica della sottoscritta si alza e va via stizzito.

 Anche sulla stretta legalità dell’agire si cincischia incominciando ad asserire che è meglio il risultato che la forma, e se per forma si intende lo stretto quadro normativo possiamo dire che le premesse per impattare l’Iceberg ci sono tutte.

  AVV. Antonella DeMarco   Gruppo Consiliare Terra Mia

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.