Principale Rubriche Interviste & Opinioni Solo il popolo salva o uccide lo Stato democratico

Solo il popolo salva o uccide lo Stato democratico

Sono i comportamenti sbagliati di tutti i cittadini, indotti dalla cultura, dalla politica e dal mercato a fare il passo più lungo della gamba, a muovere l’economia facendo danni, a rivendicare diritti ed evadere doveri, per la gioia di Banchieri e industriali, poi chiamati a finanziare o porre riparo alle catastrofi, comprando debito pubblico a vagonate e incassando profitti finanziari e appalti truccati con la pala meccanica.
Sembra che il debito pubblico italiano renda alle banche e ai risparmiatori, la rispettabile cifra di 100 miliardi di euro annui (Così si dice ).
Ma Kennedy era così profondamente consapevole del “rompicapo” democrazia, che si affrettò a fornire al suo popolo la chiave passepartout del buon governo con queste illuminati parole:
“Non chiedetevi cosa lo Stato può fare per voi, ma cosa voi potete fare per lo stato”.

Insomma, per non farla lunga; istruito, intelligente e onesto, può dirsi solo il Popolo che mantiene lo Stato di cui è sovrano, non quello che si fa mantenere, che ignora i suoi doveri, e da perfetto “suicida” rivendica solo diritti, fino a portare i poveri e gli onesti alla più nera disperazione, i potenti alla massima rapacità criminale, e lo stato al default.
L’italia non ha un problema di scarsa produttività del sistema economico, ma di eccessiva rapacità della classe dirigente che converte le tasse crescenti in privilegi personali che affamano lavoratori e piccoli imprenditori.
Il sistema economico italiano non sarà mai in grado di saziare la fame ossessivo compulsiva di ricchezza e potere della classe dirigente smidollata.

Franco Luceri

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

CAPTCHA ImageChange Image

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.