Principale Arte, Cultura & Società 25 aprile. 78° Anniversario della Liberazione d’Italia

25 aprile. 78° Anniversario della Liberazione d’Italia

Cassano delle Murge –Il 25 aprile e tutti gli italiani una data di rinascita, di trionfo dei valori di libertà, è la data simbolo che rappresenta la ricostruzione dell’Italia che ha saputo rialzarsi dopo l’ultimo conflitto mondiale, ha saputo ripartire e soprattutto ricreare fiducia.

Il 25 aprile del 1945 l’Italia veniva finalmente liberata dal nazifascismo, ed è in questo giorno che ebbe inizio un nuovo capitolo nella nostra storia.

L’Italia era un paese straziato e ferito, dopo una guerra che causò la morte di milioni di esseri umani. La Resistenza nacque proprio grazie a coloro i quali si vollero ribellare ed opporre ad anni di violenze: fu una delle pagine più alte e più nobili della nostra Storia.

È nella Resistenza che giunse il momento di ribellarsi e di prendere parte, la parte giusta: giunse il tempo di essere partigiani! Grazie a quegli italiani, e grazie alle forze alleate, oggi viviamo in un paese libero, moderno e fondato su una meravigliosa Costituzione che afferma e difende il diritto di tutti di essere liberi e uguali.

Sappiamo bene che le ragioni dell’intolleranza, dell’odio, della violenza sono ancora presenti in Italia, così come in Europa e nel resto del mondo. Ma proprio per questo occorre essere ancora partigiani nel difendere i valori della libertà, dell’accoglienza, del confronto e della solidarietà sforzandoci di accettare le diversità e ponendo il nostro benessere al pari di quello degli altri: occorre lavorare quotidianamente alla rimozione di quei muri che limitano la libertà altrui e contro l’oppressione di libertà e di pensiero che sono ancora presenti in tante realtà.

Il 25 aprile ci ricorda ogni anno di essere tutti uniti: tra tutti gli italiani e tra tutti i popoli della terra.

Soprattutto, il 25 aprile ci insegna ad essere ancora “partigiani”: ad agire, a prendere posizione, ad essere protagonisti di quel cambiamento che deve dare un futuro migliore, fatto di dignità e di libertà, per tutti i nostri figli, così come fecero i partigiani. Le parole fondamentali sono democrazia, libertà, uguaglianza, diritti, giustizia, accoglienza, solidarietà.

Siamo tanti e molto diversi, è vero, ma possiamo e dobbiamo restare uniti nel desiderare un’Italia nuova e ancora più bella, da costruire insieme.

Viva il 25 aprile! Viva la Liberazione! Viva la Resistenza!

Viva Viva Viva l’Italia!

 

IL SINDACO

Davide Del Re

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

CAPTCHA ImageChange Image

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.