Principale Ambiente & Salute Oltre 500 giovani ingegneri partecipano al Recruiting Day AQP nel Politecnico di Bari

Oltre 500 giovani ingegneri partecipano al Recruiting Day AQP nel Politecnico di Bari

Direttrice Generale, Francesca Portincasa: “Il futuro dell’azienda passa dalle nuove risorse”.
Un’opportunità riservata agli under 33, in possesso di laurea magistrale in Ingegneria, che ha permesso a tanti ragazzi e ragazze di mostrare il loro valore, partecipando a un gioco coinvolgente e innovativo. I primi 50 candidati con punteggio più alto, avranno ora l’opportunità di partecipare ai colloqui di selezione, come da 
avviso di selezione, con Acquedotto Pugliese (AQP).

BARI – Il futuro di AQP e del territorio servito passa dalle nuove risorse. Passa in particolare dal riconoscimento del bagaglio di abilità tecniche dei giovani professionisti e anche dalla valorizzazione di quelle qualità “desiderabili” che non dipendono dalla conoscenza acquisita, quali le capacità relazionali e comportamentali o l’atteggiamento, positivo e flessibile. A testimoniarlo la partecipazione di oltre 500 giovani ingeneri al Recruiting Day di Acquedotto Pugliese, tenutosi nel Politecnico di Bari, guidato dal Rettore Francesco Cupertino, e finalizzato alla ricerca di nuove risorse da inserire nell’organico di uno tra i maggiori player nazionali nella gestione del ciclo idrico integrato.

“Per noi la comunicazione, il saper lavorare in gruppo, la pianificazione e l’organizzazione del lavoro, la creatività, l’affidabilità e l’empatia sono fondamentali – spiega la Direttrice Generale di AQP Francesca Portincasa – per realizzare la trasformazione digitale nel nostro percorso di impresa, chiamato oggi a nuove sfide tecnologiche e industriali.  Queste capacità individuali sono molto importanti perché sono la base su cui costruire una squadra in grado di rafforzare quella catena del valore che ci permetterà di realizzare al meglio i 2 miliardi d’investimenti previsti dal Piano Strategico di Acquedotto Pugliese al 2026”.

“Il Recruiting Day oltre all’avvio dell’iter selettivo ha rappresentato un momento di confronto, che ha consentito – aggiunge il Direttore delle Risorse Umane di AQP, Pietro Scrimieri – di andare oltre i curriculum vitae e notare il potenziale del candidato. Abbiamo puntato sulla giovane età ed utilizzato la gamification, nuova tecnica di selezione soft delle risorse umane basata sul gioco, affiancandola ad una valutazione dei titoli. Una procedura articolata, ben accolta dai professionisti che, in un mercato del lavoro caratterizzato da tante offerte, hanno puntato decisamente su Acquedotto Pugliese, rendendoci orgogliosi della loro grade adesione. Ora, a prescindere dai bisogni assunzionali di Aqp, cercheremo di non disperdere tutte queste capacità e competenze, rafforzandole tramite eventi dell’AQP Water Academy”.

La formazione e la gestione delle persone è sempre stata centrale per Acquedotto Pugliese, e nell’ambito del nuovo Piano Strategico al 2026 è previsto l’avvio di un piano di assunzioni di circa 635 persone con una importante azione di rafforzamento e innesto di nuove competenze tramite programmi formativi e manageriali sviluppati dalla AQP Water Accademy. In parallelo sarà attuata l’evoluzione del modello di gestione delle risorse umane con la definizione di nuovi schemi per la valutazione di ogni ruolo organizzativo e il potenziamento dell’utilizzo dello smart working. Parte centrale del progetto prevede anche l’avvio di ulteriori collaborazioni con le Università del territorio e internazionali per permettere lo sviluppo dei talenti e la promozione di competenze diffuse a beneficio di tutti i dipendenti.

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.