Principale Ambiente & Salute I tre tesori

I tre tesori

«Il viaggio nella Medicina Cinese continua»

 Di Riccardo Guglielmi

Molti lettori hanno chiesto chiarimenti sul vero significato delle 3 forme di energia, Jing, Shen e il Qi.

Risponde il nostro esperto in Medicina Cinese, il dott. Giovanni Quistelli

Le tre sostanze fondamentali dell’uomo, dette i tre tesori, sono il Jing, lo Shen e il Qi, sono tre forme differenti di energie ma strettamente interdipendenti.

Jing, Qi e Shen lavorano assieme: Il Jing regola gli aspetti organici, il Qi i movimenti e lo Shen la coscienza. Lo Shen guida il Qi che influenza il Jing, questo può trasformarsi nel Qi e il Qi può trasformarsi in Shen.

Il Jing è l’energia vitale, quella che da la forma fisica e determina lo stato di salute del corpo, è la fonte originaria della crescita e del cambiamento del nostro corpo, che conferisce all’organismo le sue possibilità di sviluppo e che presiede ai processi della crescita, riproduzione e invecchiamento. Il Jing è una forma di energia avente natura fluida, identificata con i liquidi sessuali, è la sostanza originale di cui ogni cosa è fatta e che ne conserva la vera e più intima natura. Il Jing ha due origini:

  • Jing del cielo anteriore, prenatale: energia ereditata dai genitori, infatti non è altro che l’intima fusione dei Jing del padre e della madre. E’ la forma più pura e importante di energia e bisogna cercare di disperderne il meno possibile per riuscire a conservarsi forti e sani, infatti non si può incrementarne la quantità e nemmeno migliorarne la qualità perché queste sono fissate al momento del concepimento e determinano le caratteristiche di crescita dell’individuo e la sua costituzione fisica di base.
  • Jing del cielo posteriore, postnatale: deriva dal cibo ingerito e dall´aria respirata. Ecco perché l’alimentazione e la buona respirazione assumono un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute del corpo.

Il Jing viene raccolto e accumulato nel Dan Tien inferiore, il sistema dei Reni, che comprende le ghiandole surrenali e il sistema urogenitale e da lì distribuito in tutto il corpo, è l’energia che crea le ossa e il suo midollo, il sangue, la rete dei meridiani e la materia grigia del cervello e la sua riduzione causa la comparsa dei segni dell’invecchiamento come capelli bianchi, osteoporosi, ridotta libido, impoverimento del sistema immunitario e alterazioni del sistema neurologico con rallentamento dei riflessi e riduzione della memoria.

Tramite diverse discipline (ad es Qi Gong, il Tai Qi) possiamo imparare a rallentare la sua riduzione il conseguente progressivo decadimento organico.

Lo Shen è la sorgente della nostra forza spirituale e può essere visto come la nostra coscienza e la consapevolezza di sè, definisce la personalità e i tratti psicologici dell’individuo e si esprime attraverso la verbalizzazione del pensiero. Ha sede nel cuore si diffonde in tutto l´organismo attraverso il sangue.

Shen è la forma più “raffinata” di energia interiore e solo l’uomo può possederla. Solo chi possiede un forte Shen è capace di un’intensa concentrazione mentale.

Si accumula nel Dan Tien superiore, tra le sopracciglia, e scorre attraverso gli otto Meridiani Straordinari.

Se lo Shen non è fluido e armonioso, lo spirito della persona è leso e la mente è stanca, disturbata, agitata e confusa.

Lo Shen si manifesta nella “luce degli occhi”, e tutte le discipline che favoriscono l’introspezione e la meditazione, lo coltivano e lo accrescono, migliorando la salute psichica e fisica di chi le pratica.

il Qi è l’energia vitale dell’uomo, è il Qi complessivo in parte di natura respiratoria, una parte deriva dal cibo ingerito e una parte dal Qi che abbiamo ereditato dai nostri genitori.

Il Qi, come le altre espressioni energetiche, si trova ovunque nella persona e anche intorno ad essa, nel campo energetico personale. Circola nei Meridiani ed è immagazzinato nel Dan Tien Medio, che è correlato con la respirazione e con la salute degli organi interni, anch’essi importanti riserve di Qi.

 

Redazione Corriere Nazionale.net

RedazioneCorrierePL.it

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.