Principale Arte, Cultura & Società Musica, Eventi & Spettacoli TUN: il trio in tour tra Albania e Kosovo per presentare il...

TUN: il trio in tour tra Albania e Kosovo per presentare il singolo “Second Hand”

20.12 – Migjeni-Theater, Shkodra (Albania)
21.12 – Soma Book Station, Prishtina (Kosovo)
22.12 – Tunel Music Venue, Tirana (Albania)

“Second Hand” è il titolo del nuovo singolo dei TUN, in uscita il 16 dicembre 2022 (in collaborazione con Rubik Media). Il brano ha come ospite il trombettista berlinese Sebastian Studnitzky, artista di punta nel panorama jazz elettronico tedesco. “Second Hand” è dialogo tra sassofono e tromba, un viaggio da vivere comodamente trasportati dal dal ritmo ipnotico della batteria di Mattia Barbieri e dai sintetizzatori caleidoscopici in levare di Fabio Giachino.

Scopri il brano su Spotify: https://spoti.fi/3FY0UZ4

TUN è Torino Unlimited Noise, il trio formato da Gianni Denitto (sax), Fabio Giachino (synth) e Mattia Barbieri (batteria/drum pads) che supera i confini del genere fondendo i ritmi techno con il jazz. Durante il tour in Albania e Kosovo i TUN presenteranno il nuovo singolo con ospite il trombettista berlinese Sebastian Studnitzky, realizzato con il supporto di Italia Music ExportItalia Music Lab e il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Nel 2019 hanno realizzato il  primo EP, “Jason” e nel 2021 il primo album “New Door” per l’etichetta Jazz O Tech. Nel 2020 TUN ha partecipato alla compilation “This is Techno Jazz” collaborando con Tensal, uno dei massimi esponenti della Techno Europea. Nel 2022 hanno composto l’inno per i campionati europei di nuoto di Roma e il brano Sahara è stato selezionato come sigla del podcast RAI “Ragazze con la pistola”. In questi anni hanno suonato in importanti festival come Jazz Refound, JazzMi, Eurovision 2022 guest Dub FX, JazzAhead Bremen, Gate of Tehran (Iran), Edinburgh Jazz Festival, Jazz Rallye Luxembourg, Sichtfeld Openair Svizzera, Internet Festival Pisa.

Studnitzky suonava il pianoforte dall’età di quattro anni e la tromba dall’età di otto. Ha perfezionato gli strumenti tromba e pianoforte nel campo del jazz e del pop presso la Stuttgart State University of Music e poi si è trasferito negli Stati Uniti, dove ha ricevuto una borsa di studio per studiare musica da film/arrangiamento commerciale presso il Berklee College of Music. Studnitzky è apparso per la prima volta con Markus Kössler come Funkbrüder. Suona con i musicisti jazz Nils Landgren, Wolfgang Haffner e Rebekka Bakken, ma anche con Mezzoforte, Edo Zanki, Laith al Deen, Jazzanova e il chitarrista Dominic Miller. Studnitzky è in tournée in varie formazioni con i suoi lavori (tri-band / band con Sandie Wollasch, Michael Paucker e Tommy Baldu – Studnitzky/ Trio, Memento). Dal 2014, come direttore artistico, ha “implementato un concetto completamente nuovo per un festival jazz” con Xjazz a Berlino.

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.