Principale Arte, Cultura & Società Sport & Motori NBA: Fontecchio da sogno, 18 punti e schiacciata vincente contro Golden State

NBA: Fontecchio da sogno, 18 punti e schiacciata vincente contro Golden State

Simone Fontecchio sempre più protagonista negli Utah Jazz: il cestista di Pescara fa 18 punti e segna la schiacciata vincente per una sorprendente vittoria con Golden State.

Appassionati in fibrillazione per la magistrale prova di Simone Fontecchio che vince, con gli Utah Jazz, contro i favoriti Golden State Warriors di Stephen Curry, campioni in carica. I tanti tifosi del cestista pescarese sono in visibilio e il ragazzo non li delude: 18 punti e schiacciata finale per un campione che sta dimostrando tutto il suo valore anche nel campionato più bello del mondo. Le scommesse NBA, comunque, sono molto frequenti anche in Italia, paese che da sempre ama puntare sull’NBA e sugli sport americani in generale. Figuriamoci quest’anno che, oltre a Danilo Gallinari ora in forza ai Celtics, abbiamo Fontecchio e Paolo Banchero ai Magic.

I Golden State, campioni in carica inseguiti l’anno scorso da Phoenix ma quest’anno un po’ più appannati, sanno giocare a basket e lo dimostrano sempre, anche quando sembrano già sconfitti. La partita contro Utah è stata combattuta e la scelta di far entrare Fontecchio dalla panchina, decisa da coach Hardy, è frutto di tanti mesi di duro lavoro dell’italiano che ha dimostrato di essere in grado di cambiare il volto alle gare. Mai come contro i Warriors Simone si è fatto trovare pronto e, in meno di 20 minuti, ha segnato 18 punti con canestro di sorpasso a 1.2 secondi dalla fine. Ci troviamo davanti a un vero campione, noi ne eravamo già consapevoli, gli americani lo stanno scoprendo man mano.

L’affare Banchero: Paolo dirà sì all’Italbasket?

Paolo Banchero, stella del draft e ora in forza agli Orlando Magic, ci pone davanti a un grande dilemma: il ragazzo americano con passaporto italiano giocherà a basket con la canotta azzurra della nostra Nazionale? L’incontro con il coach Pozzecco non sembra aver dato grandi risposte e il ragazzo ha affermato che sono cambiate tante cose negli ultimi mesi e che deciderà a fine stagione. Quello che possiamo immaginare è che, vista la sua bravura, il team USA stia puntando a Banchero come atleta alle prossime Olimpiadi e che gli sponsor (di sicuro molto importanti) stiano puntando a renderlo testimonial della squadra USA.

Ci siamo illusi pensando che Paolo potesse far parte della Nazionale italiana? Certamente no ma è anche vero che non ci troviamo davanti al dilemma di Nico Mannion (che molto velocemente ha scelto l’Italia). Il livello è molto alto, Banchero gioca alla grande e ci sono molti più interessi in ballo. Certo, l’Italia avrebbe a che fare con una vera star ma dobbiamo capire quanto la star possa essere libera di scegliere l’Italia senza incappare in problemi con manager e sponsor. A questo punto non sappiamo cosa accadrà, ci auguriamo che Banchero sia dei nostri ma vogliamo, di sicuro, che chiunque indossi la canotta azzurra lo faccia con amore e con orgoglio, senza nessun tipo di costrizione. E poi, sinceramente, con un Fontecchio in stato di grazia abbiamo davvero bisogno di Banchero per fare risultato? Non ne siamo poi così convinti.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.