Principale Arte, Cultura & Società Musica, Eventi & Spettacoli Lecce, appuntamento il 6 dicembre con “In tutta coscienza…da un’epifania della coscienza...

Lecce, appuntamento il 6 dicembre con “In tutta coscienza…da un’epifania della coscienza alla coscienza come fenomeno”

L’evento è patrocinato dalla Regione Puglia, dal Polo Biblio-Museale di Lecce, dal Teatro Pubblico Pugliese, dalla Provincia di Lecce, dalla Città di Lecce in collaborazione con I Quaderni del Bardo Edizioni di Stefano Donno, La Casa della Poesia di Como, Universo del Mistero di Mario Contino, PoliedriKa APS, Miss & Mister Moda Fashion Italia del patron Antonio Cirillo e Fondo Verri di Lecce.
L’evento avrà luogo presso l’ex Convitto Palmieri – Biblioteca Bernardini Piazzetta Giosuè Carducci il 6 dicembre 2022 a partire dalle ore 18,00 durante il quale si svolgerà l’incontro-dibattito.
INTERVERRANNO:
Il prof. Luigi Melica (UniSalento) , per la sezione Coscienza e Carità – la Dott.ssa Simona Abate (Casa della Carità – Lecce), per la sezione Coscienza e Morale il Prof. Don Giorgio Nacci (Facoltà Teologica Pugliese di Bari), per la sezione Coscienza Psiche e Società il Dott. Vincenzo Ampolo (Scrittore e Psicologo) e il Prof. Eugenio Imbriani (Unisalento), per la sezione Coscienza e Lavoro il Dott. Mauro Fioretti (Coordinatore territoriale della Uil), per la sezione Coscienza ed Informazione il Dott. Giuseppe Puppo (Direttore Leccecronaca.it). Modera l’editore Stefano Donno.
“Sento quindi sono”. Potrebbe essere il motto di questo incontro dove viene in essere un tentativo di avvicinarsi alla “coscienza”, nel senso di consapevolezza, attraverso l’emozione. Ma è possibile magari farlo con rigore scientifico? Tale domanda si pone oggi agli scienziati, ai filosofi, ai giuristi, ai comunicatori, ai teologi, agli operatori nel sociale, che hanno posto la coscienza al centro delle loro ricerche. Esiste dunque qualcosa di irriducibile nell’essere umano, qualcosa per cui nessuna macchina potrà mai sostituire l’uomo completamente: parliamo della coscienza che capisce la situazione, i testi e i contesti sino alle più estreme profondità di senso e significato e che fa la differenza tra i progetti del post-umano e l’essere umano in carne e ossa … In una macchina non c’è nessuna ‘pausa meditativa’ tra i simboli e l’azione, perché il significato dei simboli, ciò che rappresentano, il dubbio, e il libero arbitrio si manifestano solo nella coscienza di un sé, ma non nella cibernetica di un circuito. E allora se ci lasciamo sedurre da chi ci dice che siamo soltanto il nostro corpo mortale, finiremo col pensare che tutto ciò che esiste abbia origine solo nel mondo dei fenomeni. Che senso avrebbero allora il sapore del vino, il profumo di una violetta, uno sguardo, una calorosa stretta di mano, il colore rosso, e ancora guardando oltre che senso avrebbe qualsivoglia comunità sociale, il suo regolarsi sulla base di norme, il suo produrre informazione, senso? Si tratta di una serie di spunti di riflessione che vogliono promuovere un primo percorso di come essere e diventare davvero, profondamente, umani. Il pre/testo è la recente pubblicazione a cura di Vincenzo Ampolo dal titolo Epifanìe della coscienza edito da I Quaderni del Bardo Edizioni di Stefano Donno, interessantissimo volume scritto a più voci (F. Aprile, D. Bisutti, G. Campione, M. Cataldini, E. Imbriani, M. Mezzanotte, L. Montecchi, A. Nacci, F. Pasca, R. Puglisi, A. Rapaggi, A. Valeri con la copertina a cura di Massimo Pasca). Il lavoro di ricerca intorno alla dissociazione creativa ha sollecitato la pubblicazione di un secondo volume in cui viene indagato, attraverso differenti punti di vista, il ruolo della coscienza nelle dinamiche delle azioni creative, intellettuali e dei comportamenti abituali. Ne sono conseguite riflessioni che stimolano una differente lettura di realtà esperienziali anche in diversi ambiti di ricerca e azione. Ed è per questo che nasce questo incontro e che vedrà coinvolti diversi attori appartenenti ad altrettante aree di ricerca e interesse.
NOTE SUI PARTECIPANTI 

Simona Abate – Coordinatrice della Casa della Carità di Lecce. Dottore di ricerca in Scienze linguistiche, filologiche, letterarie e glottodidattiche, mediatrice interculturale ed esperta in contrasto alla povertà grave. Interprete di Lingue slave, scrittrice.

Vincenzo Ampolo – Vincenzo Ampolo, psicologo-psicoterapeuta, saggista e ricercatore. Con il suo primo maestro Prof. Dario V. Caggia inizia e completa la sua formazione psicoanalitica (junghiana). Molti i saggi pubblicati nella rassegna internazionale di psicologia L’immaginale e su altre riviste di settore. Nel 1979 si laurea con il massimo dei voti discutendo una tesi su “Psicoanalisi e Controcultura”. Contemporaneamente alla sua specializzazione in Scienze Sociali ad Urbino, partecipa al Movimento di Psicologia Umanistica degli anni ’70, collaborando con quelli che sarebbero diventati i capiscuola delle maggiori discipline psicoterapeutiche e dirigendo egli stesso il Centro di Ricerca Formazione e Terapia Perseo Ente Morale e la Rivista di Pedagogia Psicologia e Scienze Interdisciplinari Progetto Umanistico. A Roma si specializza in Analisi Umanistica-Esistenziale e si abilita presso l’Università degli Studi La Sapienza in Psicologia. Pur continuando in questi anni la sua attività in ambito istituzionale sanitario, nel campo della disabilità prima, nel campo delle Dipendenze Patologiche, dei Disturbi Alimentari e della riabilitazione psichiatrica, collabora con le Università di Lecce, Bari e Genova ad attività didattiche, di ricerca e di divulgazione scientifica e continua con entusiasmo la sua pratica di formatore, saggista e psicoterapeuta. Diversi dei suoi ultimi libri trattano temi legati agli Stati Modificati di Coscienza.

Dott. Mauro Fioretti  – Coordinatore Territoriale della UIL di Lecce, Componente il Consiglio Regionale UIL Puglia, Componente l’Esecutivo Regionale UIL Puglia, Componente il Consiglio Nazionale UIL.  Ha all’attivo diverse collaborazioni di alto profilo accademico con enti e istituzioni di rilievo nazionale

Prof. Eugenio Imbriani (Unisalento) – Eugenio Imbriani è professore associato di Antropologia culturale e Storia delle tradizioni popolari presso l’Università del Salento (Lecce). I suoi interessi sono orientati allo studio del folklore, ai temi della cultura popolare, della scrittura e dell’esperienza etnografica, ai rapporti tra memoria e oblio nella produzione dei patrimoni culturali e delle identità locali. Ha prodotto numerose pubblicazioni, monografie, saggi apparsi su riviste, in volumi collettanei, atti di convegni; è direttore della rivista “Palaver”; dirige la Sezione etnografica del Museo Civico di Giuggianello (Le). Ha conseguito l’abilitazione nazionale alla prima fascia della docenza. Per Progedit ha pubblicato Sull’ironia antropologica (Bari 2014), La strega falsa (Bari 2017) e ha curato il volume Ernesto de Martino e il folklore (Bari 2020).

Prof. Luigi Melica (Unisalento) – Luigi Melica è nato a Bologna il 13/04/1965. Professore ordinario dell’Università del Salento dal 2004l Prof. Melica è componente del Comitato direttivo della rivista di Diritto Pubblico Comparato ed europeo (DPCE). È parte del Comitato scientifico di: DPCE Online; Eunomia, Rivista semestrale del Corso di Laurea in Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali Università del Salento; Diritti Regionali, Rivista di Diritto delle Autonomie Territoriali; The Judical Current Journal, rivista dell’Università Petru Maior, Tîrgu-Mureș (Romania); Agora International Journal of Juridical Sciences, Rivista dell’Università Agora, Oradea (Romania), Collana idee e pratiche dell’evoluzione del diritto, Pensa Editore. Fa parte del Comitato scientifico di International Scientific Conference “Develompents and new approaches in public law, Faculty of Law University of Tirana 17 novembre 2017. Componente dal 2005 dell’Associazione Italiana di Diritto Comparato della quale è stato revisore dei conti dal 2014 al 2016 e componente del direttivo dal luglio 2016. Componente dal 2005 dell’Associazione Italiana di Diritto Costituzionale. Membro del Collegio docenti del Dottorato di ricerca in “Diritto dei beni privati, pubblici e comuni. Tradizione e innovazione nei modelli di appartenenza e fruizione”, Università del Salento. Responsabile per le convenzioni ERASMUS con l’Università di Zagreb (Croazia), l’Università di Miskolc (Ungheria), l’Università di Petru. Autore di diverse pubblicazioni scientifiche nell’ambito giuridico di rilievo nazionale e internazionale. Attualmente ricopre l’incarico di Direttore del Dipartimento di Scienze Giuridiche

Prof. Don Giorgio Nacci – Giorgio Nacci è presbitero dell’Arcidiocesi di Brindisi-Ostuni dal 2016. Docente incaricato presso la Facoltà Teologica Pugliese, ha conseguito il dottorato in Teologia morale presso l’Accademia Alfonsiana in Roma nel settembre 2021, con una ricerca dal titolo “Formare presbiteri accompagnatori nel discernimento morale. Criteri per un progetto pedagogico”. Prima del baccellierato in Teologia al termine del corso di studi a Molfetta, ha conseguito la Laurea magistrale in Scienze pedagogiche presso l’Università del Salento. Attualmente sta anche conseguendo la laurea triennale in Scienze della formazione dei formatori presso la L’Istituto per Formatori collegato con l’Istituto di Psicologia della Gregoriana. Nella sua diocesi si occupa principalmente dei giovani: è Incaricato diocesano per la pastorale giovanile e assistente diocesano per il Settore giovani di AC. Collaboratore della Parrocchia San Vito Martire in Brindisi, è referente diocesano per il cammino sinodale in Italia.

Dott. Giuseppe Puppo – Giuseppe Puppo (Lecce, 26 novembre 1957) è un giornalista e scrittore italiano. Inizia la carriera giornalistica negli anni giovanili nella redazione del settimanale leccese “Voce del Sud” di Ernesto Alvino. Trasferitosi a Torino, collabora nel corso degli anni ai quotidiani “Secolo d’ Italia”, sotto le direzioni di Alberto Giovannini e Gennaro Malgieri; “Roma”; “Torino cronaca”; e ai settimanali “L’Italia settimanale” diretto da Marcello Veneziani e Pietrangelo Buttafuoco; “Il Borghese”, diretto da Daniele Vimercati e Vittorio Feltri; “7 giorni 7” diretto da Vincenzo Centorame. Si occupa di attualità, costume e cultura. Ha raccontato, fra l’ altro, l’ultima conferenza pubblica di Pier Paolo Pasolini, di cui fu testimone, al liceo classico “Palmieri” di Lecce; fenomeni di massa quali il karaoke di Fiorello; la difficile integrazione a Torino prima dei meridionali italiani e poi degli extracomunitari. Nel 2003, ha raccolto in un saggio gli ultimi articoli di Ezra Pound scritti “Per Il Popolo di Alessandria”. Collabora con l’associazione culturale torinese “Poesia attiva”, per cui organizza numerose manifestazioni con la partecipazione di poeti quali Mario Luzi, Giuseppe Conte, Maria Luisa Spaziani, Wislawa Szymborska. Per la Regione Piemonte ha curato parte del progetto “Obiettivo minori – educazione all’uso consapevole delle nuove tecnologie” con il plauso del professore di Oxford e consulente informatico del governo inglese Stephen Coleman e dell’ UNICRI. Antesignano di internet, pubblica con la licenza Creative Commons il saggio “Ritratti del Novecento” e il romanzo “La notte il cielo è rosso”, resi disponibili in lettura gratuita sul proprio sito, in forma di e-book, realizzati tecnicamente dal web master da Stefano Stradella e rimasti fra le prime creazioni del genere. Sempre su questo sito, tiene per anni un vivace blog di attualità. Seguono saggi di costume, sull’ amore al tempo dei nuovi mass media, e di politica, sul primo bilancio storico del ‘berlusconismo, “Metafisica del bunga bunga”. Nel 2009 il suo libro – inchiesta sulla morte di Edoardo Agnelli – “Novanta metri di mistero” – riapre il caso di quest’altro mistero italiano rimasto insoluto, con rivelazioni riprese e sviluppate da decine di altre pubblicazioni, articoli, programmi televisivi, e docu – film. Dal 2009, inizia l’attività di autore di teatro di parola: presenta lo spettacolo “Voglio combattere ancora! – Attualità di Filippo Tommaso Marinetti” , interpretato dall’attrice Sandra Maggio; nel 2011 parte la tournée del suo nuovo spettacolo teatrale “Paolini: scene di incontri decisivi”, con le attrici Anna Cuculo e Sandra Maggio. Nel 2010, ritornato a Lecce, fonda e dirige il quotidiano on line  www.leccecronaca.it su cui, fra l’altro, continua l’ attività giornalistica, rivolta soprattutto alle sue battaglie storiche in difesa dell’ambiente, per la promozione del territorio, e a favore della cultura libera da etichette e da apparati.

LIBRI SUCCESSIVI – •    “Un giallo troppo complicato. Gli sviluppi del caso e nuove rivelazioni sulla tragica morte di Edoardo Agnelli”, Chieti, Tabula Fati, 2015, ISBN ‎ 8874754221 e ‎ 978-8874754229;  “Ce la faremo?”, racconti sull’attualità del primo lock down, con Sara Foti Sciavaliere, Lecce, Il Raggio Verde, 2020, ISBN 978-88-99679; “Morte annunciata di un rompicoglioni. La tragica fine di Peppino Basile”, Lecce, I Quaderni del Bardo Edizioni, 2021, con prefazione di Luciano Garofano, ISBN 979-8540866477

OPERE TEATRALI SUCCESSIVE – Grande interesse e successo di critica e pubblico ottiene nel 2019 la piece teatrale  “La dea trans” dedicata a Carlotta Paiano, la cui prima nazionale va in scena al Teatro Apollo di Lecce il 4 dicembre 2018, con varie repliche successive in altre diverse occasioni. Sempre al Teatro Apollo, la prima del musical “Superstar. Il primo musical interamente leccese” il 7 dicembre 2019. A Torino, invece, al Teatro San Giuseppe, il  30 maggio 2021 l’attrice e regista Anna Cuculo porta in scena per la prima volta il testo inedito da lui dedicato a Carmelo Bene, “Come va? Non c’è Bene, grazie!”. Dall’estate 2022, la compagnia Scena Muta realizza ‘Sono abbastanza grande adesso per diventarti amico’, il nuovo testo dedicato a Pier Paolo Pasolini ed Ezra Pound.

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.