Principale Arte, Cultura & Società Sport & Motori Mondiali 2022: l’Iran chiede l’espulsione degli Stati Uniti

Mondiali 2022: l’Iran chiede l’espulsione degli Stati Uniti

Iran

I media statali iraniani chiedono che agli Stati Uniti venga vietato di competere nella Coppa del Mondo 2022. A causa di un post sui social media ora cancellato. In cui la federcalcio statunitense ha alterato un’immagine della bandiera iraniana. La squadra statunitense affronterà l’Iran nella terza partita del Gruppo B martedì, avendo bisogno di una vittoria per passare alla fase a eliminazione diretta della Coppa del Mondo 2022 in Qatar.

Mondiali 2022: perchè l’Iran chiede l’espulsione degli USA?

In un tweet ora cancellato, la federcalcio degli Stati Uniti (USMNT) ha pubblicato un grafico che includeva una bandiera nazionale iraniana ritoccata senza l’emblema della Repubblica islamica. Che rappresenta il detto islamico: “Non c’è dio all’infuori di Dio”. “Pubblicando un’immagine distorta della bandiera della Repubblica islamica dell’Iran sul proprio account ufficiale, la squadra di calcio statunitense ha violato lo statuto di FIFA, per il quale una sospensione di 10 partite è la sanzione appropriata”, ha dichiarato l’agenzia di stampa statale iraniana. Pertanto, si legge nella nota: “Il Team USA dovrebbe essere espulso dalla WorldCup2022 “.

La replica della Federcalcio USA

La Federazione calcistica degli Stati Uniti ha affermato di aver pubblicato l’immagine per un arco di 24 ore per mostrare il proprio sostegno alle “donne in Iran che lottano per i diritti umani fondamentali”. In seguito alla morte della 22enne iraniana Mahsa Amini in custodia della polizia morale. Nell’immagine, sui suoi account e sui social media che promuoveva la partita Iran-USA, vi era la bandiera ufficiale iraniana senza l’emblema della Repubblica islamica, in segno di solidarietà con i manifestanti. La bandiera della Repubblica islamica è composta da tre bande orizzontali in rosso, bianco e verde con la parola “Allah” che appare in caratteri al centro.

Le proteste dell’Iran

Tuttavia, il movimento di protesta iraniano guidato dalle donne si è trasformato in appelli a tutto campo da parte di molti iraniani per la caduta della Repubblica islamica. In risposta, le autorità e la polizia iraniane stanno arrestando e uccidendo i manifestanti in una violenta repressione. I video che mostrano donne che danno fuoco ai loro foulard e folle che cantano “morte al dittatore” tra le auto in fiamme, così come le forze di sicurezza che picchiano i manifestanti, sono stati ampiamente condivisi sui social media, nonostante la chiusura di Internet del paese da parte del governo iraniano.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.