Al Congresso nazionale di Intercultura a Salerno Taranto premiata

Si è concluso con la premiazione al Centro Locale Intercultura Taranto il 75° Congresso dell’associazione Intercultura odv che quest’anno si è tenuto a Salerno.

Il Centro locale di Taranto è da sempre presente in queste occasioni di incontro e di scambio di esperienze con gli altri volontari provenienti da ogni parte d’Italia, ma quest’anno aveva un motivo in più per esserci: era stato espressamente invitato in quanto destinatario di una mozione come Centro di Eccellenza, insieme ai centri locali di Pisa, Pavia, Napoli e Rimini.

Quello che i volontari tarantini non immaginavano, e che ha costituito una vera sorpresa, è stato che, fra i 5 centri locali “di eccellenza”, proprio a loro venisse conferita la menzione d’onore con premio, un assegno di mille euro, graditissimo, oltre che come riconoscimento, anche come contributo per le spese che il centro locale sostiene per la gestione delle ospitalità.

La motivazione per il conferimento del premio è stata: “Per la grande apertura all’ospitalità di studenti e per il contributo dato all’assistenza nell’accogliere studenti provenienti da altri centri locali”

Si, perché il Centro Locale di Taranto, nonostante la criticità del periodo che stiamo vivendo, è riuscito, grazie ad un continuo lavoro di squadra ma, soprattutto, alla tenacia e all’entusiasmo della Presidente, Patrizia Simonetti e della responsabile ospitalità Mariella Sciannimanica, a concretizzare l’ospitalità di ben 10 studenti stranieri, fra cui una ragazza proveniente da un altro centro locale che la sede nazionale ha dovuto trasferire per le problematiche createsi. “E’ stato davvero emozionante ricevere il premio come centro di eccellenza con riconoscimento economico, primo su 158 centri locali in Italia- ha commentato la Presidente Patrizia Simonetti – Un grazie va tutti i volontari che sono sempre così partecipi e collaborativi. Questi studenti vivono in famiglie e frequentano scuole locali di Taranto e provincia e vi assicuro che dietro c’è tanto lavoro e qui il mio ringraziamento va alla nostra Responsabile Scuola la Prof.ssa Patrizia Nesi che oltre a curare i rapporti con le scuole segue tutta la parte burocratica”

Al Congresso erano presenti 5 volontari del Direttivo tarantino che hanno partecipato con interesse ed entusiasmo a tutte le attività organizzate dai colleghi di Salerno, compresa la cena di Gala durante la quale, alla presenza di tutti i membri del gruppo dirigente di Intercultura ODV, fra cui il segretario generale Andrea Franzoi, il Presidente e CEO di AFS International Programs, Daniel Obst, il segretario generale della Fondazione Intercultura Roberto Ruffino ovvero la persona che ha dato vita a questa associazione nel 1955 e il Prof. Alberto Fornasari, Consigliere di amministrazione nonché volontario del Centro Locale di Taranto.

 

Il tema del 75esimo Congresso di Intercultura che quest’anno si è tenuto a Salerno dal 4 al 6 Novembre è stato : “AFS e Intercultura a Salerno: dallo sbarco all’incontro tra culture” ed ha portato nel capoluogo campano più di 200 delegati da tutta Italia, in rappresentanza dei 5.500 volontari che operano nei centri locali dell’Associazione. Nelle tre giornate di incontri e studio oltre Taranto sono stati premiati, come ogni anno, il più meritevole nelle categorie dei volontari, delle famiglie ospitanti, delle scuole e degli studenti partecipanti ai programmi all’estero.

Intercultura ODV è un’associazione di volontariato che organizza e finanzia scambi ed esperienze interculturali inviando ogni anno oltre 2000 ragazzi delle scuole secondarie a vivere e studiare all’estero offrendo centinaia di borse di studio in favore dei candidati più meritevoli che non siano in grado di sostenere il costo del programma all’estero ed accoglie nel nostro Paese studenti stranieri che scelgono l’Italia per arricchirsi culturalmente per vivere la loro esperienza interculturale.

Ora a partire dalla prossima settimana ai volontari li attende la sfida della selezione degli studenti che si sono iscritti al concorso propedeutico ai programmi scolastici ’23/24 e per Taranto, guardando al futuro…perché non una candidatura ad ospitare un prossimo congresso?

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.