Principale Politica Le carte in tavola

Le carte in tavola

La figura politica nazionale prosegue, pur se a stento, la sua trasformazione. Nel frattempo, i vertici dei partiti sono in “tensione”e non è detto che, poi, un “compromesso” si trovi.

Al momento, le supposizioni contano poco e i loro pratici effetti saranno complessi. Certo è che si dovranno mettere in campo le strategie per un programma politico più serio. I risultati lasciamoli giudicare al mercato e agli italiani. Con un’opposizione parlamentare molto formale, però, le incognite per il nostro futuro ci sono tutte. Il malessere che ne deriva è palpabile. Il male “oscuro” del nostro Paese resta la sfacciata mancanza di coerenza che ha innescato, già agli inizi del nuovo Millennio, una spirale speculativa alla quale i politici non hanno voluto, o potuto, far fronte. Oggi, è un Esecutivo di Centro/Destra a tenere banco.

Le responsabilità non si possano, comunque, platealmente negare. L’importante è non perdere di vista l’onestà politica nella quale ancora crediamo e sulla quale intendiamo contare. Forse, è prematuro accettare che un’era sia al tramonto e la nuova ci riserva le incognite su ciò che potrebbe essere. Senza andare molto avanti nei programmi, basterebbero pochi ma efficaci, provvedimenti, per recuperare fiducia. Che, poi, deve essere mantenuta. Su questo fronte si andranno a verificare le “capacità” di quella Maggioranza di Centro/Destra.

Certo è che nessuno può offrire, da subito, quella stabilità politica che andiamo spasmodicamente cercando. Pur con questa benevola riflessione, non siamo in grado di segnalare indizi che diano valore alla nostra percezione. Quando le “carte” saranno in tavola, non resterà  che verificare il gioco delle parti. Sempre che non si torni a “barare” in politica. E’ già, più volte, successo.

Giorgio Brignola

Foto di OpenClipart-Vectors da Pixabay

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.