Principale Senza categoria Al Festival della Sostenibilità di Crispiano conferenze, best practice e musica di...

Al Festival della Sostenibilità di Crispiano conferenze, best practice e musica di Erica Mou

Si terrà il 24 e 25 novembre la seconda edizione dell’iniziativa voluta dal Comune di Crispiano per sensibilizzare all’Agenda 2030. Tanti i momenti in programma, tra cui un monologo di Pinuccio. Saranno presenti diversi rappresentanti delle istituzioni

 

 

Conferenze, tavole rotonde, il racconto di progetti aziendali, tanta musica. Sono questi i punti forti della seconda edizione del Festival della Sostenibilità organizzato dal Comune di Crispiano e finanziato dalla Regione Puglia, che si terrà i prossimi 24 e 25 novembre e che quest’anno avrà un’appendice, il 26 novembre, con il festival cinematografico Be Green.

L’iniziativa, fortemente voluta dallo scorso anno dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Luca Lopomo, nasce dalla necessità di far conoscere anche in questo territorio l’Agenda 2030 dell’Onu, una road map sottoscritta nel 2015 da 193 nazioni e che rappresenta l’impegno ufficiale a migliorare la vita delle persone attraverso la sostenibilità praticata e non solo predicata.

 

Per l’occasione arriveranno a Crispiano importanti testimonial che si aggiungeranno a chi, sul territorio, ha già messo in atto pratiche e progetti sostenibili (sia a livello produttivo sia di associazionismo) che verranno presentati al festival. Due i luoghi in cui si svolgerà la manifestazione: la sala consiliare del municipio, in cui dal mattino al pomeriggio si susseguiranno diversi incontri e conferenze, e il teatro comunale, dove si terranno gli appuntamenti serali.

La due giorni di festival culminerà, venerdì 25 novembre, con il concerto della cantautrice pugliese Erica Mou, impegnata nel suo “Live Nature Tour”. Prima di lei, sul palco del teatro comunale salirà Alessio Giannone, meglio noto come Pinuccio, diventato famoso con le sue telefonate sui generis su YouTube: lui si esibirà in un monologo dal titolo “Pinuccio Green”, scritto appositamente per questa occasione.

 

Nel corso dell’evento alcune aziende presenteranno i loro progetti di sviluppo sostenibile. L’amministrazione comunale spiegherà, invece, come sta perseguendo la sostenibilità attraverso gli strumenti di pianificazione a disposizione dell’ente. Crispiano è stata la prima città in Puglia a aderire alla Rete dei Comuni sostenibili, il cui scopo è quello di accompagnare i Comuni al raggiungimento dei 17 Goals dell’Agenda 2030 e dei 12 obiettivi del Benessere equo e sostenibile. A tal proposito, sarà presente al festival Giovanni Gostoli, direttore della Rete dei Comuni sostenibili. Il focus sull’Agenda 2030 culminerà con una tavola rotonda a cui sono stati invitati importanti rappresentanti delle istituzioni.

«Nei giorni scorsi – afferma il sindaco di Crispiano Luca Lopomo – il segretario generale dell’Onu Antonio Guterres, all’apertura della Cop27, ha detto: “Siamo su un’autostrada per l’inferno climatico con il piede sull’acceleratore”. Basta questo per capire quanto è urgente e importante parlare di Agenda 2030 e di sostenibilità anche qui a Crispiano, mettendo in campo azioni concrete».

 

Il coordinamento operativo della manifestazione è stato affidato all’associazione People Agency, mentre collaborano alla stessa Llife Project, Slow Food Mercati della terra di Martina Franca e Crispiano, il Circolo Arci-Uisp Crispiano “Mariella Leo”, l’associazione Why Fai, La Rotta dei Due Mari, 100 Masserie Grand Tour e l’accademia musicale Giacomo Puccini. Supportano l’iniziativa BCC San Marzano di San Giuseppe, Monteco, SunElectrics, Irigom, Smoco e Autorità Idrica Pugliese. Partecipano anche Legambiente, Asvis, Provincia di Taranto, Puglia Promozione, Camera di Commercio di Taranto, Gal Magna Grecia, Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, Università La Sapienza di Roma, istituto comprensivo “Francesco Severi” e istituto di istruzione secondaria superiore “Elsa Morante”.

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.