Principale Arte, Cultura & Società Musica, Eventi & Spettacoli A Taranto “1223 Ultima fermata Mattatoio. La verità oltre un prodotto chiamato...

A Taranto “1223 Ultima fermata Mattatoio. La verità oltre un prodotto chiamato carne” 

A Taranto “1223 Ultima fermata Mattatoio. La verità oltre un prodotto chiamato carne” 

Al Teatro Fusco la pièce teatrale di e con Elisa Di Eusanio

Può nascere una storia d’amore tra un vitellone da carne ed una mucca da latte?

È la trama di “1223 Ultima fermata Mattatoio. La verità oltre un prodotto chiamato carne”, il progetto teatrale di e con Elisa Di Eusanio accompagnata sul palcoscenico dall’astrofisico vegano e cantautore Emiliano Merlin.

A Taranto sarà portato in scena al Teatro Fusco, alle ore 21.00 di sabato 29 ottobre, in una serata benefit (biglietto € 10) a favore della Sezione di Taranto di Oipa OdV, l’associazione che si occupa dell’abolizione della vivisezione e della difesa degli animali da qualsiasi forma di maltrattamento, la cui presidente Stefania Bottiglia ha organizzato l’iniziativa. Prevendita presso Tabaccheria Ricchiuti M. in via Di Palma n.58 e info 3283385058 solo WhatsApp.

Non tutti sanno che Elisa Di Eusanio, attrice di teatro, cinema e televisione, è anche attivista per i diritti degli animali.

Nota al grande pubblico per il film “Come tu mi vuoi” e per aver interpretato la Caposala Teresa nella fiction di successo “Doc nelle tue mani” Elisa è particolarmente sensibile, intensa e tenace e, per il suo impegno in difesa degli animali, viene già riconosciuta come la Joaquin Phoenix italiana.

In questo percorso, ha ideato e prodotto il progetto teatrale “1223 Ultima fermata Mattatoio. La verità oltre un prodotto chiamato carne”, che narra l’ intensa storia d’amore platonico tra un vitellone da carne ed una mucca da latte, ospiti dello stesso allevamento ma in capannoni diversi. Si ritroveranno per la prima e unica volta insieme, appiccicati in un lungo viaggio che segnerà drammaticamente il loro destino, o forse regalerà loro la libertà.

È un progetto che tocca le corde dell’anima e che indaga la materia dello sfruttamento animale con estrema poesia ed eleganza. Non giudicante. Emozionante e intellettualmente stimolante verso i temi ambientali, etici e di sostenibilità.

Redazione Corriere di Puglia e Lucania 

Corriere Nazionale

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.