Principale Arte, Cultura & Società Villa Reimann e’ tornata a respirare “bellezza”

Villa Reimann e’ tornata a respirare “bellezza”

Andrebbe scritto un articolo per ringraziare Melinda Miceli – o forse dedicata una poesia epica perché l’ibridazione artistica di cui si è fatta promotrice, merita una tripla sottolineatura. Il primo tratto di questa sottolineatura digitale si chiama SIRACUSA, la città ha ospitato un evento artistico di spessore ed è vero il contrario: Miceli ha ospitato Siracusa nel premio Giotto; il secondo tratto possiamo chiamarlo BELLEZZA, l’evento ha saputo unire forme artistiche che spesso hanno confini rigidi mentre l’intreccio voluto e concepito da Miceli è risultato nel suo effetto finale semplicemente “estetico”, un intreccio di stili, di arte, di mestieri, di artisti, di toni; il terzo e ultimo tratto di sottolineatura è la MATERIALITA’ dell’Arte: si sono susseguiti, non senza una pianificazione strategica, spazi di pittura, di poesia, di scrittrici, di araldica, di moda, recensioni critiche e financo il bel canto lirico.

Per sintetizzare – tra le fotografie, i selfie e i video autocelebrativi degli artisti (legittimi) – la dott.ssa Melinda Miceli (capace di essere assente e presente), ha messo in campo un premio oblativo, capace di amare SIRACUSA e la BELLEZZA, con una MATERIALITA’ particolarmente di qualità (basti guardare alle opere d’arte esposte) – materialità che sublimata nell’astrazione del premio Giotto è dimostrazione della sua competenza, e del suo amore

Melinda Miceli

L’11 luglio 1977 Christiane REIMANN cedette al Comune di Siracusa la villa vincolandola a: “perenne sede di attività formative ed educative, manifestazioni culturali di rango universitario e di elevato interesse intellettuale aventi lo scopo di contribuire al progresso civile della città”.

Miceli con il premio Giotto ci ha permesso di onorare la memoria di un’altra donna generosa, capace di restituire alla Comunità, virtù rara.

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.