Principale Arte, Cultura & Società Musica, Eventi & Spettacoli Giulio Fagiolini in tour per presentare il suo EP “Sail the skies”

Giulio Fagiolini in tour per presentare il suo EP “Sail the skies”

domenica 23 ottobre – Lari (Pi) – Teatro di Lari
venerdì 28 ottobre – Firenze – Ostello Tasso
mercoledì 30 novembre – Seregno (Mi) – Tambourine

(calendario in aggiornamento)

E’ uscito venerdì 23 settembre 2022 in distribuzione Believe sail the skies“, il nuovo disco del compositore e pianista Giulio Fagiolini, già anticipato dal singolo dal singolo “crater(e)“.  Atmosfere non ripetitive, dalla forma astratta, un sound oceanico che si propaga nel cielo. Così come i pittori impressionisti cercavano di rappresentare la luce, “sail the skies“, attraverso il suono, rievoca lo stesso sentimento del sole che riflette sulla superficie dell’acqua. Questo disco è un invito verso la luce, è aprire gli occhi per la prima volta. E così, tutto ciò che immaginavi nel buio, diventa una realtà vasta, esplorata con curiosità attraverso suoni lucidi, raffinati e controllati ma al tempo stesso irrazionali, caotici e selvaggi. É la capacità di comunicare con un mondo distorto, il quale, sapendo di essere ascoltato, ti restituirà la sua e la tua vita.

sail the skies” è stato pensato e registrato in Toscana, all’interno di una villa risalente al XVIII secolo, nell’inverno scorso; le composizioni nascono spontaneamente da un’irrefrenabile desiderio di trasformazione e pacificazione. A partire dal mese di ottobre 2022, Giulio sarà in tour per presentare l’EP. Il tour prevede esibizioni in piano solo e in duo sperimentale.
SCOPRI IL DISCO SU SPOTIFY:
https://open.spotify.com/album/744jUFAZU9sFyRLZm8nXUO?si=VcPMuOCFTxW3t49v1MpiCQ

Prodotto, registrato e scritto da Giulio Fagiolini.

BIO:

La passione per la musica inizia prestissimo, all’età di sei anni comincia a suonare il pianoforte e presto si appassiona a diversi generi musicali come il pop e l’elettronica. La sua carriera inizia nel 2011, quando, grazie al maestro Carlo Bosco, esordisce a Lecce sul palco dell’Italia Wave Love Festival insieme alla cantante tunisina Rahma Hafsi e la band Indovena. Nello stesso anno inizia a scrivere i suoi primi pezzi e fonda i Liv Charcot insieme a Lorenzo CominelliTommaso Simoni Giovanni Lombardi. Nel 2014 La band pubblica il suo album d’esordio “La fuga”, prodotto da Ivan Antonio Rossi. La band girà per le città con un tour promozionale di 20 date e firma il suo primo contratto editoriale con i brani “Dove andrai (le rondini non tornano)” e “Non mi basterà” in alta rotazione su Virgin Radio.

Nel frattempo Giulio inizia a scrivere le sue prime composizioni pianistiche, affascinato dal minimalismo e dall’elettronica nord europea, ed è così che nel 2017 firma il suo primo contratto discografico pubblicando l’album “Dietro a un vetro” con l’etichetta giapponese Home Normal. Il suo primo album solista viene distribuito in Giappone, Regno Unito, Francia, Germania, ed altri stati europei, ottenendo un significativo successo di critica e di pubblico e rientrando tra i migliori nuovi album d’esordio pubblicati nel 2017. Nel frattempo, Giulio continua a lavorare come musicista in Italia, iniziando una collaborazione con l’autore Davide Lonzi, in arte Dalo, collezionando insieme concerti per tutta Italia con l’album “Ibrido”, prodotto da Pietro Paletti ed uscito nel 2018 per La Clinica Dischi. Nello stesso anno inizia a scrivere musica per il teatro, componendo ed eseguendo dal vivo per lo spettacolo originale “Storie del Decamerone” dello sceneggiatore cinematografico Michele Santeramo.

Dal 2018 al 2020 il musicista inizia a collaborare live e in studio con vari artisti e produttori del panorama musicale italiano, oltre che esibirsi in piano solo per Piano City Milano, Piano City Napoli e Piano Lab Martina Franca, fino all’arrivo della pandemia. A metà 2020 Giulio si ritrova in totale isolamento ed è lì che incrementa la scrittura al piano. Tornato a vivere in Toscana, produce a casa propria un nuovo EP dal titolo “Diamond” attraverso il quale firma un contratto di distribuzione discografica con Believe Music. L’EP esce agli inizi del 2021 e Giulio si esibisce privatamente in piano solo ed in band accompagnato da Filippo Cosci (Erio), e Lorenzo Saini. Nel 2021 si dedica quasi completamente alla scrittura e alla composizione, realizzando, in collaborazione con il produttore siciliano Renato D’Amico, un secondo EP, in uscita nell’ormai prossimo Settembre 2022. E’ proprio nell’estate 2021 che l’attività live vera e propria riparte da Lecce, la città dalla quale aveva cominciato, nel Castello Volante del Sei Festival, insieme alla cantautrice Emma Nolde. Tra Ottobre 2021 e Febbraio 2022 Giulio pubblica, come solista, altri 3 singoli dal titolo “Zero”, “Here” ed “Eco”, che anticipano nuove future uscite e segnano un leggero cambio stilistico. Nel frattempo il compositore continua a collaborare live ed in studio con artisti italiani tra i quali “Emma Nolde” (Woodworm), “Fogg” (Pulp Dischi), “Renee” (Ferramenta Dischi), “Toru” (Pulp Dischi).

A fine 2021 Giulio Fagiolini si esibisce live, accompagnato da Alberto Baroni (Fogg), al sax, Giampiero Silvi al violino e Lorenzo Saini al contrabbasso e ai synth, in occasione della mostra itinerante “Andy Warhol. Icons!”. Nel 2022 Giulio continua a scrivere e pubblica, insieme a Toru, il vinile “Una giornata particolare”, ispirato all’omonimo film, in collaborazione con Pulp Dischi. Nell’estate 2022 Giulio si esibisce come ospite in alcuni live della cantautrice Emma NoldeAttualmente Giulio lavora autonomamente come pianista e arrangiatore nel suo studio e sta preparando un mini tour italiano in vista dell’uscita del suo nuovo EP di Settembre 2022.

https://www.instagram.com/giulio_fagiolini/

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.