Principale Arte, Cultura & Società È il pugliese Daniele Manni il primo “Alumno dell’Anno” del...

È il pugliese Daniele Manni il primo “Alumno dell’Anno” del prestigioso Collegio Einaudi di Torino

Cerimonia celebrativa a Torino l’8 ottobre scorso. Il docente leccese guida gli studenti nell’innovazione e nella creazione di startup economiche e sociali

Chi ha studiato a Torino, presso l’Università o il Politecnico, soprattutto da fuori sede, conosce molto bene il Collegio Universitario Einaudi, la prestigiosa istituzione della città fondata dal prof. Renato Einaudi nel 1950, la quale ha offerto ospitalità, formazione e crescita negli ultimi 70 anni a migliaia di studenti e studentesse. Nel 2015 è stata invece fondata l’Associazione “Alumni del Collegio Einaudi” dall’iniziativa di un gruppo di giovanissimi Allievi ed ex Allievi del Collegio, questa oggi conta oltre 500 soci e, pochi mesi fa, è nata l’idea di istituire il Premio Alumno dell’Anno, un riconoscimento da conferire ad una Alumna o ad un Alumno che ha raggiunto nella vita traguardi straordinari.

L’8 ottobre scorso ha avuto luogo l’evento celebrativo della prima edizione del Premio e il candidato Alumno più votato è risultato il pugliese Daniele Manni al quale, quindi, è stato conferito il titolo di Alumno dell’Anno 2022. Daniele Manni ha oggi 63 anni ed è stato ospite del Collegio Einaudi dal 1978 al 1982. Fresco di diploma presso il Liceo Scientifico “Vanini” di Casarano, aveva scelto di iscriversi a Torino per frequentare l’innovativo e neonato corso di studi in “Scienze dell’Informazione” (Informatica). Data la distanza e gli impegni scolastici, Manni ha partecipato attraverso un collegamento online e non ha potuto presenziare fisicamente alla cerimonia celebrativa insieme agli altri sette candidati alla nomination: Cristiana Covone, Cristiana De Filippis, Donato Firrao, Romolo Ganzerli, Antonino Giannone, Ivo Sciuttini e Ciro Verdoliva.

La motivazione legata al riconoscimento di Manni è la seguente: “Per essere un’ispirazione nella docenza guidando gli studenti nell’innovazione e nella creazione di startup”. Il docente leccese insegna Informatica da oltre 30 anni presso l’Istituto “Galilei-Costa” di Lecce e negli ultimi 20 anni affianca a queste lezioni l’esperienza di ideazione e conduzione di micro iniziative imprenditoriali, le startup giovanili, da parte dei suoi studenti a partire dai 14 anni. Nel 2020 è stato il primo docente italiano a vincere il riconoscimento internazionale “Global Teacher Award”.

Come viene specificato anche sul sito ufficiale, il Collegio Universitario Einaudi è molto più di una residenza; infatti, affianca a strutture residenziali di alto livello una formazione personalizzata, una vita di comunità ricca e stimolante e una serie di ottime opportunità. Il Collegio è un ambiente in cui crescere, seguendo i valori guida del merito e dello sviluppo del potenziale.

Viene valorizzato il merito e il potenziale di studenti universitari motivati a sviluppare nuove capacità, raggiungere risultati eccellenti e crescere come Persone, Cittadini e Professionisti, offrendo loro un ambiente di studio e di vita stimolante e interdisciplinare e un percorso di formazione personalizzato e trasversale.

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.