Principale Senza categoria Serie A, top e flop della 9ª giornata

Serie A, top e flop della 9ª giornata

Nella nona giornata di Serie A il Napoli di Spalletti sale in solitaria al primo posto in classifica, beneficiando del pareggio tra Udinese e Atalanta. Grande prova del Milan e della Lazio che battono rispettivamente Juventus e Fiorentina. Torna a vincere l’Inter.

Sassuolo – Inter 1-2

TOP: Edin Dzeko (voto 7,5)

L’attaccante bosniaco determina la vittoria nerazzurra con una doppietta da vero bomber, facendosi trovare nel posto giusto al momento giusto sugli assist di Dumfries e Mkhitaryan.

Menzione d’onore: Dumfries, Frattesi.

FLOP: Gian Marco Ferrari (voto 5)

Pomeriggio difficile per il capitano del Sassuolo contro la coppia Lautaro-Dzeko. Nel primo tempo si perde due volte l’argentino che non riesce però a trovare il gol. Sorte diversa nel secondo tempo, quando non riesce a fermare il bosniaco che insacca il 2-1 finale.

Menzione di (dis)onore: Pinamonti.

Milan – Juventus 2-0

TOP: Rafael Leao (voto 7)

Il giocatore più determinante del Milan, anche quando non fa gol. Lo sfiora due volte, di tacco in mischia e da fuori con un gran destro, ma la palla finisce in entrambi i casi sul palo. Devastante in coppia con Theo Hernandez sulla fascia sinistra.

Menzione d’onore: Diaz, Kalulu.

FLOP: Leonardo Bonucci (voto 5)

Nel match contro la sua ex squadra, il capitano bianconero regala una pessima prestazione in fase difensiva: si fa sverniciare da Brahim Diaz sul gol del 2-0 e ripete lo stesso errore successivamente contro Origi. Non riesce mai a tenere il passo degli attaccanti rossoneri.

Menzione di (dis)onore: Vlahovic.

Bologna – Sampdoria 1-1

TOP: Nicolas Dominguez (voto 7)

Thiago Motta lo schiera più vicino alla porta per sfruttare la sua tecnica e lui lo ripaga subito con il primo gol in campionato. Subito dopo sfiora la doppietta personale con un gran tiro dal limite che si schianta sulla traversa con Audero battuto.

Menzione d’onore: Djuricic.

FLOP: Riccardo Orsolini (voto 5)

Cambia l’allenatore ma non cambia la sostanza – Orsolini non riesce ad esprimersi in questo Bologna. Tende ad incaponirsi per trovare la giocata risolutrice ma ottiene solo un sacco di errori tecnici.

Menzione di (dis)onore: Gabbiadini.

Torino – Empoli 1-1

TOP: Guglielmo Vicario (voto 7)

Il portierone dell’Empoli mette la firma anche su questo risultato. Para subito dopo 30 secondi su Aina e si ripete poco dopo con un miracolo su Vlasic; anticipa Sanabria evitando un facile tap-in dell’attaccante granata. Mezzo voto in meno per la respinta non perfetta in occasione dell’1-1.

Menzione d’onore: Destro, Schuurs.

FLOP: Sam Lammers (voto 5)

Non era una partita facile per l’Empoli ma lui poteva fare sicuramente di più – troppo sterile il suo contributo nel primo tempo. Esce all’inizio della ripresa sostituito da Destro (autore del gol).

Menzione di (dis)onore: Sanabria.

Udinese – Atalanta 2-2

TOP: Gerard Deulofeu (voto 7,5)

Il leader tecnico di questa Udinese, trascinatore nel secondo tempo – la riapre su punizione con il primo gol del suo campionato e poi confeziona insieme a Pereyra il gol del 2-2 finale.

Menzione d’onore: Muriel, Samardzic.

FLOP: Destiny Udogie (voto 5,5)

Partita difficile per il gioiellino bianconero. In fase offensiva dà sempre il suo contributo e sfiora anche una rete salvata da Hateboer. in fase difensiva ci sono invece dei problemi – errore meno grave sul gol dell’1-0 dove prova a chiudere Lookman senza successo; errore da sottolineare quello che scaturisce il rigore del 2-0.

Menzione di (dis)onore: Lovric, Demiral.

Salernitana – Verona 2-1

TOP: Boulaye Dia (voto 7)

Non stava benissimo per un problemino fisico, infatti parte dalla panchina. Subentra a Piatek (autore del primo gol) e la decide ancora una volta allo scadere, trovando il suo quarto gol in campionato.

Menzione d’onore: Doig, Verdi.

FLOP: Thomas Henry (voto 5)

Se da una parte gli attaccanti decidono, dall’altra non incidono. Il francese dopo un buon inizio di campionato sembra avere difficoltà nell’aiutare la squadra in costruzione e in fase realizzativa. Esce a fine primo tempo.

Menzione di (dis)onore: Hien.

Monza – Spezia 2-0

TOP: Carlos Augusto (voto 7)

In una bella sfida con Holm, il difensore brasiliano ne esce vincitore, soprattutto nella seconda metà del primo tempo. Il gol del vantaggio arriva con una grande galoppata a tutta fascia e con un bel mancino ad incrociare. Sfiora la doppietta con un’azione simile.

Menzione d’onore: Marì, Pessina.

FLOP: Emmanuel Gyasi (voto 5)

Poco incisivo nel ruolo di seconda punta vicino a N’zola, Non entra mai in partita e non riesce mai a determinare qualcosa di pericoloso per la sua squadra.

Menzione di (dis)onore: Ampadu.

Cremonese – Napoli 1-4

TOP: Giovanni Simeone (voto 7,5)

Come gli capita spesso ultimamente, entra con grande cattiveria agonistica al posto di Raspadori e decide la partita in un momento complicato per il Napoli. Gol del 2-1 di testa, grande palla in profondità per Kvaratskhelia per il gol del momentaneo 3-1 e un passaggio bellissimo per Lozano che non riesce a far gol.

Menzione d’onore: Kvaratskhelia, Di Lorenzo.

FLOP: Matteo Bianchetti (voto 4)

Serata da dimenticare al più presto per il capitano della squadra di casa – soffre a turno tutti gli attaccanti del Napoli. Concede il rigore dell’1-0 iniziale, si perde Simeone nel gol del 2-1 e non riesce a tenere gli attacchi in profondità di Kvaratskhelia e Lozano.

Menzione di (dis)onore: Lochoshvili.

Roma – Lecce 2-1

TOP: Chris Smalling (voto 7)

Ci pensa ancora una volta il baluardo inglese a sbloccare il risultato per la Roma – terzo gol in campionato per lui. A questo, abbina la solita grande solidità difensiva che lo rendono uno die migliori difensori della Serie A.

Menzione d’onore: Zalewski, Strefezza.

FLOP: Morten Hjulmand (voto 5)

Espulsione dubbia per un fallo a centrocampo su Belotti, ma lascia la sua squadra in 10 per 70 minuti abbondanti.

Menzione di (dis)onore: Zaniolo.

Fiorentina – Lazio 0-4

TOP: Sergei Milinkovic-Savic (voto 7,5)

Il sergente è probabilmente il giocatore più dominante del campionato in questo momento. Dialoga alla perfezione con i suoi compagni di reparto e serve due assist – uno per Zaccagni e uno per Immobile. Partita sontuosa.

Menzione d’onore: Zaccagni, Immobile.

FLOP: Lucas Martinez Quarta (voto 4,5)

La Fiorentina affonda sotto i colpi del reparto offensivo biancoceleste e l’argentino ci mette del suo – in ritardo su Zaccagni nel gol del 2-0. Nel finale partecipa al tracollo viola.

Menzione di (dis)onore: Jovic, Igor.

Photo credits: ilmessaggero.it

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.