Principale Arte, Cultura & Società Salmone e luccio: due antagonisti d’acqua dolce

Salmone e luccio: due antagonisti d’acqua dolce

LIbro d'Ore, MS M.131 fol. 2v , Rouen, Francia, 1480 circa

I bestiari medievali si concentrano più sulla flora marina che fluviale o lacustre. Nonostante questo, sono annoverate anche le creature d’acqua d’olce le quali sono descritte simbolicamente nei loro pregi e virtù. La trota è un pesce devoto in quanto affida la cova delle uova al Creatore. Al contrario, la carpa agisce autonomamente, badando alla numerosa prole. L’anguilla, generata tra fango ed escrementi, è come un serpente: esce fuori dall’acqua e può vivere a terra per qualche giorno. E poi ci sono i gamberi, demoni d’acqua, e le rane concepite dai Bestiari come strani vermi d’acqua.

Tra tutte queste creature, l’acqua dolce è dominata dalla perenne contesa tra il luccio e il salmone. Quest’ultimo è il re dei fiumi. I bestiari ne registrano persino la corona ben salda sulla testa. È capace di nuotare per lunghe distanze, attento all’incolumità delle altre creature dei fiumi: i suoi vassalli. Si comporta come un bravo e giusto sovrano. Infatti, il salmone è una creatura coraggiosa, sempre pronta a difendere la fauna fluviale dall’anguilla e dall’odiato luccio.

Quando il salmone sente che è giunta la sua ora, risale il fiume per morire lì dove è nato. I Bestiari paragonano questo pesce virtuoso al buon cristiano: quando muore, lo fa tra le braccia del Creatore.

Il luccio è la personificazione del male. Infatti, con tirannia, cerca sempre di spodestare il salmone nei fiumi, benché la sua casa sia tra laghi e stagni. Nella fanghiglia di questi ambienti cerca pesci morti da divorare famelicamente. È capace di mangiare i suoi stessi figli e, come il Diavolo, è in grado di camuffarsi. Si sposta in rettilineo, come una freccia. Ha orecchie enormi e denti aguzzi. Il suo aspetto non è rassicurante: infatti, lo temono anche i cani. È così aggressivo che di notte, se la riva è umida e in cielo c’è plenilunio, può divorare agnelli e vitellini.

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.