Principale Estero Ucraina, bombardata nella notte Zaporizhzhia. Presi di mira obiettivi civili, ci sono...

Ucraina, bombardata nella notte Zaporizhzhia. Presi di mira obiettivi civili, ci sono vittime

 euronews con Ansa
Bombardamenti su Zaporizhzhia   –   Diritti d’autore  AP/AP

Sono almeno 12 i morti nell’attacco missilistico notturno a Zaporizhzhia, nel sud dell’Ucraina, 17 stando a un altro conteggio reso noto sempre dagli amministratori locali.

Il bilancio, provvisorio, è stato comunicato su Telegram da Anatoly Kurtev, segretario del Consiglio comunale della città. “Secondo i dati preliminari – scrive – cinque case private sono state distrutte e circa 40 sono state danneggiate. In questo momento, si sa che 17 persone sono morte”.

Secondo quanto riportato dai media locali ci sono anche 49 feriti e fra questi sei bambini. Anche ieri la città aveva subito un attacco ( i morti potrebbero essere in totale 17 contando anche le vittime di ieri, da qui questo balletto di cifre).

https://youtu.be/EH84VQdeliU

Diversi  i missili russi che hanno colpito la città,  lo ha reso noto su Telegram il capo dell’amministrazione militare della città, Oleksandr Starukh, come riporta la Ukrainska Pravda.

“Il nemico ha usato aerei tattici per eseguire un attacco missilistico sul centro amministrativo della regione” .

I rapporti preliminari indicano che gli aerei hanno lanciato 12 missili su Zaporizhzhia. La maggior parte dei missili ha colpito condomini residenziali e case private in uno dei quartieri della città. Un condominio di nove piani è stato parzialmente distrutto. Duro il commento del presidente ucraino:

“I responsabili del bombardamento della città di Zaporizhzhia dovranno rispondere delle loro azioni”, così  Volodymyr Zelensky, come riporta Ukrinform.  “Ancora Zaporizhzhia. Ancora colpi spietati su persone pacifiche. Su edifici residenziali, proprio nel cuore della notte.(..) Assoluta meschinità. Malvagità assoluta. Selvaggi e terroristi. Da chi ha dato questo ordine a tutti coloro che lo hanno eseguito. Saranno loro ad assumersi la responsabilità. Di sicuro. Davanti alla legge e alla gente”.

L’importanza di Zaporizhzhia

I russi controllano la centrale nucleare di Zaporizhzhia da marzo, cosa che rappresenta un valore strategico enorme e una merce di scambio notevole nel caso si arrivasse al tavolo negoziale.

Costruita tra il 1984 e il 1995 a Enerhodar, nel sud-est dell’Ucraina, la centrale nucleare di Zaporizhzhia si trova a circa 200 km dalla regione del Donbass e a 500 km dalla capitale Kiev. È lo stabilimento più grande di tutta Europa con 6 reattori, ciascuno della potenza di 1000MW e una capacità di potenza totale di 42miliardi di Kwh in gardo di produrre energia sufficiente per alimentare circa 4 milioni di case. Controllata dalla società nazionale ucraina Nnegc Energoatom, in tempi normali produce un quinto dell’elettricità dell’Ucraina e quasi la metà dell’energia generata dagli impianti nucleari di tutto il Paese.

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.