Principale Arte, Cultura & Società Totentanz al M.A.M.A. Museum di Lecce fino al 30 ottobre

Totentanz al M.A.M.A. Museum di Lecce fino al 30 ottobre

Non solo sculture e disegni di René Letourneur e Jacques Zwobada, opere di Antonia Fiermonte e vari artisti, il Museo d’Arte Moderna Antonia Fiermonte accoglie la macchina musicale di Andrea De Simeis     

L’appuntamento è con un luogo magico nel cuore della città barocca che regala un percorso suggestivo

nel nome dell’arte e della storia romanzesca della famiglia Fiermonte, che parte dalla Puglia agli inizi del ‘900, raggiunge Roma, Parigi, Hollywood, Rabat, per poi tornare dove tutto è iniziato. Il M.A.M.A. Museum insieme a La Fiermontina e Palazzo Bozzi Corso sono tre tappe di un “museo diffuso” a Lecce, dove convivono arte e ospitalità di lusso, nato dal desiderio di Fouad Giacomo e Antonia Yasmina Filali di condividere la vita straordinaria, il talento e le opere della nonna materna Antonia Fiermonte, scomparsa nel 1956 a soli 42 anni: pittrice, violinista, protagonista dei salotti artistici parigini e musa ispiratrice di René Letourneur (1898-1990, vincitore del Grand Prix de Rome nel 1926) e Jacques Zwobada (1900-1967, in esposizione al Centre Pompidou), due tra gli artisti più interessanti nel panorama della scultura europea della prima metà del ‘900, che furono entrambi grandi amori della sua vita.

Il M.A.M.A. Museum (vico dei Raynò 4), lo spazio d’inizio ‘900 con giardino segreto all’ombra di un’altissima araucaria, divenuto Museo d’Arte Moderna con una cinquantina di opere della collezione privata tra i dipinti di Antonia Fiermonte, le sculture in marmo e in bronzo e i disegni di René Letourneur e Jacques Zwobada, molti ispirati dalla bellissima Musa Antonia, è un luogo vivace, in continuo fermento, che ama le contaminazioni artistiche e si arricchisce di opere di artisti locali e internazionali, come Frank Lucignolo, Chekos Art e da maggio 2022 anche i lavori dell’artista digitale Valerio Calsolaro. Un’occasione unica per gli amanti del bello, i viaggiatori colti, gli spiriti creativi e chiunque voglia scoprire opere originali come Totentanz dell’artista-artigiano salentino Andrea De Simeis. Fino al 30 ottobre il M.A.M.A. Museum ospiterà questa grande giostra musicale che al solo giro di manovella suona un dies irae e muove tre cilindri con 18 illustrazioni stampate al torchio a stella, in cui “un morente incontra la sua morte” corredate da brevi dialoghi tra i due.

L’enorme carillon alla fine del suo delicato motivo sorteggia un fascicolo per il suo manovratore: una plaquette illustrata con immagini incise, che si ispirano alle più celebri danze macabre europee. Dal cimitero degli Innocenti di Parigi alle pieces di Guy Marchant; dalle superbe incisioni di Hans Holbein alle magnifiche silhouettes di Melchior Grossek; fino ai divertenti scheletri del Posada, ai dolci calaveras messicani. E le immagini sono accompagnate sul retro da un breve dialogo, una massima, un aforisma, una poesia, un coccodrillo, epitaffio o mottetto, testi scritti da magistrali autori da tutta Italia, tra cui il premio Ubu roi Mario Perrotta, i cantautori Pierpaolo Capovilla e Mino De Santis, l’editore Alberto Casiraghy, lo scrittore Andrea Biscaro e da settembre anche una selezione della struggente corrispondenza amorosa tra lo scultore Zwobada e Antonia Fiermonte, che mai rassegnato per la dolorosa perdita della sua amata consacra la sua arte e la vita stessa alla celebrazione del suo amore. Ogni prezioso libretto è tirato in soli undici esemplari, le illustrazioni e i testi sono stampati con una pedalina Ambrosia del 1951; tutto su carta vergata a mano in cellulosa di puro cotone, canapa e fico spontaneo della vegetazione mediterranea.

Il Museo, che rientra nella rete dei Musei della Regione Puglia, è visitabile dal lunedì al venerdì dalle 18.30 alle 20 (su prenotazione al n. 0832302481, biglietto 10 euro, incluso un calice di vino).

La Fiermontina Family Collection: ripercorrendo i luoghi amati da Antonia Fiermonte la Family Collection include La Fiermontina, antica masseria del ‘600 con quindici stanze (cui si sono aggiunte tre Suites à côté) impreziosite da opere d’arte e un vasto giardino, al riparo delle antiche mura urbiche, con ulivi secolari e alberi d’arancio, che offrono ombra al bar-ristorante, alla piscina e alle sculture dei due artisti francesi René Letourneur e Jacques Zwobada.

Il Palazzo Bozzi Corso, costruito nel 1775 a due passi dalla Basilica di Santa Croce, con dieci eleganti suites, ampio Rooftop con piscina e vista sui tetti, da cui è possibile godere indimenticabili tramonti, una zona Wellness con Vasca idromassaggio in pietra, Relaxarium e Sala Massaggi e un bellissimo giardino privato. Ad agosto 2021 ha aperto a Parigi La Fiermontina Vendome, un lussuoso appartamento a uso esclusivo, nell’omonima piazza tra le più importanti al mondo, immerso in una galleria d’arte e circondato dalle più rinomate boutique di Parigi. Prossimamente aprirà le porte un nuovo ambizioso progetto, Ocean, un Resort Luxury in Marocco, dove il lusso incontrerà i valori e l’autenticità del territorio.

Info: La Fiermontina, p.tta Scipione De Summa 4, Lecce – tel. 0832 302481, lafiermontinacollection.com

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.