Principale Arte, Cultura & Società Formazione & Scuola Taranto – Alla scuola “Martellotta” si gioca alla pari

Taranto – Alla scuola “Martellotta” si gioca alla pari

Taranto – Alla scuola “Martellotta” si gioca alla pari

ALLA MARTELLOTTA IL PRIMO INCONTRO PER IL PROGETTO “GIOCHIAMO ALLA PARI”

Focus sull’educazione di genere e il contrasto alla violenza

Lunedì 3 Ottobre, ore 9:00- Istituto Martellotta- Conference hall

Educazione di genere per combattere gli stereotipi e la differenza uomo-donna. Si parlerà di questo,  Lunedì 3 Ottobre, con inizio alle ore 9:00 nella Conference hall del Comprensivo “V.Martellotta” di Taranto  con l’Avv. Gina Lupo, Consigliera di Parità della Provincia di Taranto e  il Prof. Gianni Tartaglia, Dirigente Scolastico dello stesso comprensivo.

Il tema dell’incontro (il primo di una serie nelle scuole di Taranto),  dal titolo decisamente esaustivo, “Giochiamo alla pari”, promosso dalla Consigliera di Parità, rivolto agli alunni delle quinte classi della primaria, intende focalizzare i temi della violenza, della violenza di genere e del rispetto. Rispetto tra uomo e donna, tra bambino e bambina, tra noi  e l’altro anche quando l’altro è più debole, quando l’altro è “diverso”, rispetto ai cliché a cui siamo abituati.

Ad introdurre il tema della prevenzione e del contrasto alla violenza  sarà il cortometraggio “Giulia ha picchiato Filippo”,  realizzato dall’Associazione Differenza Donna ONLUS con la regia di Francesca Archibugi, finanziato dal Dipartimento per le Pari Opportunità, Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali (UNAR) – PON GAS FSE, Asse D – Obiettivo Specifico 4.2 — Azione 5.

Si tratta di una  piccola fiction ambientata in un asilo che ha come obiettivo la denuncia degli stereotipi, dove un gesto violento, erroneamente tollerato, diventa metafora dell’atteggiamento maschilista della società contemporanea nei confronti dell’universo femminile.

In una scuola materna Giulia, alunna dolce e tranquilla, subisce le angherie di un compagno di classe, Filippo, sotto gli occhi delle maestre che la invitano a sopportare la sua vivacità. Ma un giorno Giulia si ribella. Ed è lei, per una prima e unica volta, a picchiare Filippo. Il ribaltamento dei ruoli provoca stupore e confusione tra le maestre e i genitori dei bambini, chiamati ad intervenire per riprendere la piccola che non ha rispettato il proprio ruolo, ciò che tutti si aspettano da lei: sopportazione e sottomissione. Ma Giulia questa volta ha detto no. L’unico che le sta a fianco è il padre, ma alla fine anche lui cede alle pressioni delle maestre e della mamma di Filippo, che tutti conoscono come bambino difficile e aggressivo. Alla fine Giulia è costretta a chiedere scusa!

Un film – commenta il DS Gianni Tartaglia, felice di poter ospitare l’incontro – da far vedere a ragazzi e ragazze nelle scuole, ma ritengo anche ai docenti, ai genitori e a tutti coloro che nell’educazione dei nostri bambini, ragazzi e uomini del futuro hanno un ruolo, perché l’educazione alla non violenza è il vero e unico modo che abbiamo per combatterla davvero”.

Venerdì 30 settembre alle ore 10.30 nella ex sala giunta della Provincia (via anfiteatro 4 – 4° piano) avrà luogo la conferenza stampa di presentazione del progetto “Giochiamo alla pari”.

Redazione Corriere di Puglia e Lucania 

Corriere Nazionale

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.