Principale Politica I cittadini si interrogano sull’attualità politica

I cittadini si interrogano sull’attualità politica

a cura di Antonino Giannone

Prosegue la pubblicazione del II^ Report dell’evento del 20 Settembre in diretta streaming.

E’ intervenuto da Monaco di Baviera Pierdomenico Staglieno, 38 anni, un italiano all’Estero, che vive in Germania
Managing Director di Azienda tedesca nel settore della sostenibilità energetica con ampie capacità di sviluppo d’innovazioni tecnologiche nel settore.

Ho rivolto a Pierdomenico Staglieno questa domanda: Dottor Staglieno che cosa si aspetta da cittadino italiano che risiede e opera all’Estero, in Germania, dal voto del 25 Settembre?

A titolo personale ritengo fondamentale che il prossimo governo si impegni a mettere in sicurezza il sistema economico nei prossimi anni in Italia ed in Europa.

In particolare nel garantire la stabilità dei prezzi, e la realizzazione della transizione energetica verso le fonti di energia rinnovabile.

Mi aspetto inoltre un Investimento più ampio nei giovani, per una formazione che sia non solo tecnologica ma anche etica.

Infine non bastano gli investimenti, è necessario che il prossimo governo sia composto da persone con competenza e capacità di realizzazione e di dialogo con gli organi nazionali ed internazionali.

E’ intervenuta la Dr.ssa Chiara Pignataro 40enne Medico odontoiatra. Libero Professionista. Componente Ass. Andiamo in ordine.

Domanda
Dr.ssa Pignataro, come Medico odontoiatra e Madre lavoratrice quali sono le sue aspettative dal voto del 25 Settembre?
Risposta
Piuttosto quello che mi aspetto, mi auguro, che emerga una maggioranza politica forte e capace di fare scelte concrete e in tempi brevi

Da mamma di un bimbo di 3 anni spero si cominci a porre basi solide per il loro futuro, investendo nella formazione scolastica per competenze sia tecnologiche che etiche, e si creino posti di lavoro reali e non sussidi;

Si presti molta più attenzione alla famiglia, in particolare ci siano aiuti seri per la donna lavoratrice nella crescita dei figli, spesso costretta a scegliere se continuare a lavorare, pagare una esosa retta mensile alle strutture private o come oggi accade più frequentemente rinunciare alla maternità;

Si presti ascolto ai liberi professionisti partite iva sostenendoli concretamente. La nostra categoria ha subito danni enormi a causa della pandemia, oggi subiamo la crisi energetica, ma sembriamo essere invisibili.

Con l’associazione AndiamoinOrdine, di cui sono consigliere, abbiamo fatto richieste specifiche alle forze politiche affinché ci sia una riduzione della pressione fiscale che ci sta soffocando, si snellisca la burocrazia, agevolazioni che ci permettano semplicemente di lavorare in serenità. Siamo sotto pressione! Mi auguro davvero in un cambiamento positivo per il Bene Comune del popolo italiano.

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.